Catania: Ciminiere, inaugurata la mostra Transvisionismo

 

«La diffusione dell’arte contemporanea gioca un ruolo fondamentale nel progetto di sviluppo culturale della Provincia regionale di Catania. Per questo motivo abbiamo scelto
di allestire alle Ciminiere la mostra «La potenza espressiva della materia» che si inserisce perfettamente nel contesto delle nostre attività, offrendo
un’ulteriore occasione di diffusione della conoscenza delle espressioni figurative contemporanee». Così si legge nella nota di presentazione della mostra dedicata al
Transvisionismo, un movimento artistico nato pochi anni fa e già affermatosi per gli accesi cromatismi delle tele e le loro grandi dimensioni.

L’inaugurazione dell’esposizione è stata presieduta dall’assessore provinciale alle Politiche culturali, Nello Catalano, delegato dal presidente Giuseppe
Castiglione, che si è detto convinto che la mostra delle Ciminiere potrà contribuire all’inserimento nella nostra Provincia nei circuiti culturali italiani ed
internazionali.

In occasione dell’inaugurazione, la giornalista e critico d’arte Vittoria Colpi ha presentato al pubblico i protagonisti al Tranvisionismo – i pittori e scultori Marco
Bellagamba, Mario Bernardinello, Ugo Borleghi, Viviana Faiola, Massimo Meucci, Stefano Sichel, Erminio Tansini – che hanno dato vita, con le loro opere, a immagini di libertaria
estroversione e ad una nuova modalità espressiva che invita l’osservatore attento ad andare oltre, a guardare oltre, per vedere cosa ci sia al di là della materia.
In esposizione anche opere dell’attrice Barbara Bouchet e di Maria Mantegna.

Presente all’apertura della mostra – che è possibile visitare sino al primo febbraio (orario 10-13/ 16,30-20; chiuso il lunedì) – anche dell’assessore alla
Cultura della Provincia di Piacenza, Mario Magnelli.

 

Leggi Anche
Scrivi un commento