Cantina Novelli ancora una volta tra i protagonisti del Salone del Vino

Apre i battenti la sesta edizione del Salone del Vino di Torino: dal 26 al 29 ottobre nella sede del Lingotto Fiere, si potrà dunque conoscere tutto il meglio della produzione
vinicola made in Italy.

Il tema scelto per questa edizione, “Le Regioni del vino – Le ragioni del vino”, focalizzerà
l’attenzione su nuovi segmenti del settore, in particolare, le nuove Produzioni Biologiche da un lato e la valorizzazione del Territorio attraverso le produzioni tipiche regionali
dall’altro.

In questa occasione uno dei vini protagonisti sarà il Trebbiano Spoletino 2006 di Cantina Novelli, che ha ottenuto l’Etichetta della Guida al Vino Quotidiano 2008 di SlowFood
per l’ottima qualità del prodotto
.

“E’ un nuovo, inaspettato riconoscimento, di cui andremo fieri” afferma Stefano Novelli, presidente della Cantina “tra l’altro il nostro vino è perfettamente in tema con la
sesta edizione del Salone del Gusto, essendo il Trebbiano Spoletino un vitigno recuperato attraverso un ambizioso progetto di ricerca. E’ stato per noi un investimento molto importante, che ci
ha permesso di riportare sul mercato un vino tipico della nostra regione, ma di cui si era quasi completamente persa memoria. Oggi i Premi e le conferme che arrivano dai maggiori esperti del
settore ci fanno capire che la nostra è stata una scelta giusta, perché recuperare questo vitigno significa recuperare una produzione tipica dell’Umbria e, con essa, parte della
nostra storia”.

La nuova edizione della Guida al Vino Quotidiano 2008 sarà presentata ufficialmente sabato 27 ottobre. Durante la presentazione Carlo Petrini, presidente internazionale
di Slow Food, premierà ufficialmente le cantine segnalate tra cui, appunto, Cantina Novelli ed il suo Trebbiano Spoletino
.

Il Trebbiano Spoletino Cantina Novelli: il vigneto è situato sulle pendici dei Monti Martani, su terreno argilloso e ricco di scheletro esposto a sud, da cui si scorge la
Rocca Albornoziana di Spoleto. Il clima, caratterizzato da estati calde ed inverni molto freddi, consente alla vite di esprimere al meglio le caratteristiche di questo vitigno autoctono. La
vendemmia avviene manualmente nella seconda metà di ottobre. La fermentazione alcolica, della durata di 12 giorni, avviene in vasche di acciaio inox ad una temperatura di 18°
controllata automaticamente. Resta sui lieviti 5-6 mesi prima di essere messo in bottiglia.

Caratteristiche sensoriali
Colore giallo paglierino con intense sfumature verdi.
All’olfatto discretamente profumato con sentori di erbe aromatiche di gusto morbido, rotondo, fresco, leggermente sapido.Di buona lunghezza, leggermente agrumato e ammandorlato

Leggi Anche
Scrivi un commento