Cambia vestito il sito della Regione Toscana

Firenze – L’indirizzo resta quello, ma il sito è tutto nuovo, nuova grafica, contenuti molto più ricchi, approfonditi e articolati, offerta multimediale, e soprattutto la
scelta di rivolgersi e dialogare con il cittadino come interlocutore privilegiato.

È fissato per domani il varo del nuovo sito della Regione Toscana: migliaia di pagine completamente rinnovate, sia nel contenuto che nella veste grafica, navigabili dall’indirizzo
www.regione.toscana.it, lo stesso da cui finora si accedeva al vecchio sito. Dallo stesso indirizzo, si accederà anche a tutti gli altri siti (circa 300) ai quali finora si arrivava da
indirizzi diversi. Per intendersi, non più, per esempio, www.cultura.toscana.it, ma www.regione.toscana.it/cultura. Sarà quindi un unico sito, con declinazioni dipendenti.

Il progetto editoriale era stato approvato dalla giunta a fine dicembre 2006. Un anno e mezzo di lavori in corso che andranno avanti finché ogni contenuto non sarà assorbito nel
nuovo sito, con una linea grafica omogenea, riconoscibile anche in tutti i prodotti editoriali della Regione: opuscoli, brochure, dépliant, manifesti, locandine. Il nuovo sito, come del
resto quello in vita finora, darà conto solo e soltanto delle attività istituzionali e amministrative della Regione, ma avrà una quantità di link che condurranno il
navigatore anche all’esterno. Al portale della Toscana viene lasciato il compito di fare da vetrina alla società civile, ai territori, alle imprese.

Il nuovo sito è organizzato in sezioni tematiche: dalla A di Agricoltura alla T di Turismo. Ognuna comprenderà temi di approfondimento che trattano i diversi argomenti di quella
sezione; in ogni sezione si troveranno anche le opportunità relative a quel settore: bandi di gara, concorsi, incentivi, agevolazioni, nuovi servizi. Ci sono poi le pagine degli
assessori, attraverso le quali presidente, vicepresidente e membri della giunta daranno visibilità al loro operato e instaureranno un rapporto diretto con i cittadini.

Dal sito sarà possibile accedere anche a tutte le banche dati della Regione consultabili dall’esterno, a cominciare da quella contenente tutti gli atti e le delibere della giunta o il
Burt, il Bollettino ufficiale della Regione Toscana.
L’aspetto informativo caratterizza ogni sezione del sito, per questo la realizzazione è stata affidata all’Agenzia di informazione della Giunta regionale «Toscana Notizie».
Un’informazione multimediale – comunicati, notiziari e servizi radiofonici, trasmissioni tv, web tv, fotografie – molto attenta a dar conto di quello che i media dicono, scrivono, filmano della
Regione. E per ogni news, atti ufficiali, documenti, approfondimenti.
La Regione Toscana è stata una delle prime in Italia ad allestire un sito con cui far conoscere le proprie attività e nel quale ‘archiviare’ la maggior parte dei propri atti. Il
dominio www.regione.toscana.it fu registrato nel novembre 1994, e da allora l’offerta internet della Regione è andata crescendo in maniera esponenziale: oggi conta suo oltre 300 domini,
con oltre 18 milioni di accessi l’anno. La media mensile di visitatori dei siti regionali è stata finora di circa 650.000 utenti, di cui solo 14.000 interni alla rete regionale, e
636.000 esterni.

Leggi Anche
Scrivi un commento