Internet: volontari a caccia dello spam

Si allarga l’epidemia di spam, le e-mail indesiderate che quotidianamente intasano le caselle di posta elettronica, solo nel 2007, secondo un esperto di messaging, il fenomeno è
aumentato del 165 per cento. Per verificare gli effetti dello spamming, un’azienda, tra le prime in fatto di antivirus, ha arruolato 50 volontari nel mondo per monitorare il fenomeno che
rappresenta uno degli strumenti utilizzati dai pirati informatici.

Dotati di una casella di posta elettronica creata appositamente, per trenta giorni le «cavie del web» navigheranno in rete registrandosi su vari siti per ricevere offerte e notizie.
La cura a base di spam cui sono sottoposti i candidati potrà essere seguita attraverso il blog aperto dalla società in cui saranno registrate le impressioni dei web-volontari.

Leggi Anche
Scrivi un commento