Caffé Morettino

La storia dell’azienda nasce negli anni ‘50 quando babbo Angelo ereditò il negozio di coloniali del nonno per poi appassionarsi al caffé; acquistava, tostava e vendeva con l’aiuto della moglie Mariolina. L’attività continua oggi con i tre figli, Arturo, Alberto e Alessandro. Qui a San Lorenzo ai Colli il principe Palermo fece costruire Villa Maria; ora è l’abitazione di famiglia Morettino proprio accanto allo stabilimento. Nel vialetto d’ingresso arance, palme e ibisco simboleggiano la terra d’oltremare in cui nasce il caffé e la Sicilia; nello stabilimento sono orgogliosi delle piantine di caffè che sono riusciti a far crescere. Ricordano che Morettino può vantare il controllo della produzione dai paesi d’origine; si aggiunge il metodo di tostatura originale e spinta, la macinatura fine; si ottiene quindi un caffè d’autore, come si dice del vino. Gli impianti di torrefazione Morettino stupiscono sia per l’ordine che regna sia per l’originale e completo museo del caffè negli ambienti intorno agli impianti. Nell’ampio padiglione si nota l’impianto per la tostatura ecologica a legna; l’aria fredda forzata definisce il grado esatto di tostatura, mentre la stagionatura dura da una settimana a un mese. La macinatura a freddo non modifica gli aromi, poi il controllo del peso e la confezione apposita che protegge da ossigeno, luce, umidità. Infine l’impianto per la produzione di cialde, sistema che elimina gli errori dell’operatore al bar.

Leggi Anche
Scrivi un commento