Borse ancora in calo, resta in carcere il broker di Societè Générale

Ancora una giornata negativa per le borse europee che dietro i timori di una recessione americana perdono in media intorno ad un punto.

In Francia rimangono forti le preoccupazioni per la vicenda che ha investito Sociètè Gènèrale. Convalidato l’arresto di Jerome Kerviel, il broker accusato della maxi
truffa da 4,9 miliardi. Le ipotesi di reato nei suoi confronti sono di falso, intrusione informatica, abuso di fiducia aggravato e tentativo di truffa.

Rischia sette anni. Kerviel ha dichiarato che il suo scopo non era raggiungere un profitto diretto e personale ma sembrare un trader eccezionale e ottenere così un bonus molto alto:
«Non ero il solo ad agire così», dice . Per i suoi avvocati la banca sta cercando di farne un capro espiatorio. Intanto un centinaio di azionisti della Societe’ Generale e
l’associazione dei piccoli azionisti hanno presentato due denuncie contro ignoti per ‘insider trading’ e aggiotaggio.

Leggi Anche
Scrivi un commento