Bolzano: Cantina Produttori e Vigna del Lagrein Taber Riserva

Bolzano: Cantina Produttori e Vigna del  Lagrein Taber Riserva

Bolzano, luglio 2017

Bolzano è un simbolo per tutto il mondo enoico non solo italiano.

Non solo “città del vino”, ma  “vino in città”… o meglio le vigne. Dai dati raccolti circa 70 ettari di vigne, molti “cru” come erroneamente si chiamano ma per capirci, sono esattamente dentro la cerchia dell’Urbe, da Costa e Rencio appena dopo la partenza della funivia del Renon, zona unica per la produzione del St.Maddalena, a St.Maurizio e Castel Firmiano, zone elevata alla produzione di grandi Lagrein, passando anche per le vigne di Talvera e la chiesetta di St. Peter, a meno di 100 metri dalla centralissima piazza pedonale delle Erbe.

Vigne in Bolzano, unica città così ricca, così immedesimata nei suoi due vini Lagrein e St. Maddalena. Una “via del vino” dentro la città che guida i turisti alla scoperta dei musei e dei castelli: da castel Roncolo a castel Firmiano passando per l’abbazia benedettina di Muri Gries.

Palazzi meravigliosi, botteghe ancora come una volta, profumo di pane di segale fresco appena sfornato fra le viuzze del borgo antico. Sosta obbligata (prenotare sicuramente) al museo civico di Otzi e alla chiesetta di San Giovanni in Villa per i meravigliosi affreschi di scuola Giottesca emblema del ‘300 bolzanino molto interessante.

Il giro della città si completa con il convento dei Francescani, la chiesa dei Domenicani e castel Mareccio. Infine sosta-riposo in un gradevole locale di piazza Walther e dintorni, come il moderno Fink in via della Mostra.

Diverse anche le cantine che hanno sede produttiva proprio nelle strette vie centrali della città. La cantina produttori di Bolzano, ne è un esempio concreto, serio, affidabile, non solo per le due antiche strutture di Gries (anno 1908) e della Santa Maddalena (anno 1930) in via Brennero 15 (oggi enoteca), ma anche con la nuova cantina megagalattica che sarà inaugurata e attiva già dal 2018.

Cinque piani sotto una vigna “simbolo” della vitivinicoltura “bolzanina” di uva Lagrein, ai piedi della rupe San Genesio, vicino alle grandi vigne-cru di Taber, Muri, Laimbug, Kristan che si estendono lungo la strada “weingartenweg” fra Gries, Guncina, St.Maurizio che unisce il centro di Bolzano con la sponda del fiume Adige.

Terreni misti, leggeri e sabbiosi, con evidenti detriti morenici, ma anche presenza di porfido disgregato, impianti a pergola e guyot.

  • 220 soci e 350 ettari gestiti con i viticoltori secondo un protocollo di responsabilità molto chiaro. Vigne anche nella zona migliore del St.Maddalena lungo la strada che sale all’altipiano del Renon, in Santa Giustina e Leitach, vigne fino a 900 metri di altitudine, di pergola su pendio e di guyot .  Realtà produttiva di grande esempio, altamente qualificata, attenta alla produzione, distante dalla massificazione, espressione di una gamma di etichette di alto profilo.
    Assaggiati diversi vini(di cui parleremo), ma uno in particolare lascia un ricordo meraviglioso, il Taber Riserva 2014 Alto Adige Doc.


    Taber Riserva 2014 Alto Adige Doc

    Da uve Lagrein in purezza di una vigna sola. Colore scuro e intenso, profondo. Ventaglio ampio di aromi di confetture di frutta rossa, raffinati,  un piacevole eucalipto maturo secco. In bocca toni di ciliegia mista a cacao, di vaniglia con humus, asciutto e rotondo, pieno e strutturato con un finale di profondi e nobili tannini in un corpo concentrato e fresco.

    Buon titolo alcolico senza eccessi e un rapporto valore/identità giusto in cantina.

    Per una visita:
    Enoteca CANTINA BOLZANO
    Piazza Gries, 2 / I
    -39100 Bolzano
    Tel. +39 0471 27 09 09
    Fax +39 0471 28 91 10

    www.cantinabolzano.com
    info@cantinabolzano.com

 

 

Giampietro Comolli
Editorialista Newsfood.com
Economia, Food&Beverage, Gusturismo
Curatore Rubrica Discovering in libertà
Curatore Rubrica Assaggi in libertà

Contatti: (clicca qui)

 

Leggi Anche
Scrivi un commento