Bibite, se hanno la caffeina piacciono di più

Bibite, se hanno la caffeina piacciono di più

Se le bibite contengono caffeina, piacciono di più. E, tra tutti i consumatori, i più esposti sono gli adolescenti, che col tempo apprezzano di più la sostanza.

Questo il messaggio di una ricerca della ricercatori della State University of New York (SUNY) di Buffalo, diretta dalla dottoressa Jennifer Temple e presentata alla riunione annuale della
Society for the Study of Ingestive Behavior (SSIB), in corso a Clearwater, in Florida, fino al 16 luglio.

La squadra della dottoressa Temple ha lavorato con alcuni ragazzi, dai 12 ai 17 anni. Durante vari esperimenti, i giovani hanno assaggiato diverse varietà di bevande, fornite di livelli
di caffeina a loro sconosciuti. Lo svolgimento ha mostrato come i volontari esprimevano giudizi positivi sui drink che contenevano la sostanza, mentre quelli che ne erano privi ottenevano
recensioni negative.

Allora, ipotizza Temple, “La maggior parte delle persone non è in grado di distinguere il gusto delle bevande che contengono o meno caffeina. Ciò ci ha portato a sospettare che,
in realtà, la caffeina venga aggiunta alle bibite per altri motivi”. Detto altrimenti, la dottoressa ritiene che la caffeina sia capace di influenzare i giovani, “addestrandoli” a
preferire i drink che la contengono.

FONTE: Michelle Knott, “Teens “learn” to love caffeinated drinks”, 13/07/011

Matteo Clerici

ATTENZIONE: l’articolo qui riportato è frutto di ricerca ed elaborazione di notizie pubblicate sul web e/o pervenute. L’autore, la redazione e la proprietà, non
necessariamente avallano il pensiero e la validità di quanto pubblicato. Declinando ogni responsabilità su quanto riportato, invitano il lettore a una verifica, presso le fonti
accreditate e/o aventi titolo.

Leggi Anche
Scrivi un commento