Bere due bicchieri di vino al ristorante è come giocare alla lotteria, ed il rischio di infrangere la legge è elevato

Bere due bicchieri di vino al ristorante è come giocare alla lotteria, ed il rischio di infrangere la legge è elevato

Leggendo questi pensieri di Fabrizio Furlan ci chiediamo: siamo tutti uguali o qualcuno è più uguale dell’altro?
E poi, ma chi ha voluto questa legge così drastica sul consumo di alcool anche in dosi non certamente pericolose?

Ci sorge il dubbio che il tutto sia fatto solo ed esclusivamente per fare cassa! Dai limiti di velocità a 30 km/ora, ai divieti di sosta illogici, alle multe per i ragazzi che giocano
sulla spiaggia ed a chi mangia un panino in piazza.
Tutte cose lodevoli, se vivessimo in un Paese perfetto, se il tutore fosse un irreprensibile TUTORE ma non crediamo proprio che sia così.
Pare che per risolvere i problemi della Sanità, sia all’esame una proposta di Legge che vieti ammalarsi per più di 24 ore e non è escluso che venga contingentato anche il
numero di coloro che devono morire. Non più di tot al mese, dipendentemente da ….bla bla bla

E’ come se un padre delinquente abituale ed irrispettoso della Legge prendesse a schiaffoni il figlio perchè ha gettato per terra la carta della caramella o perchè si è messo
le dita nel naso!

Le responsabilità sono solo ed esclusivamente dei cittadini? E gli amministratori pubblici o di grandi aziende responsabili di servizi per la collettività, es. viabiltà
stradale, ferroviaria ed aerea oppure il demandare ai “call Center” la responsabilità di NON dare risposte agli utenti?

Ecco cosa dice L’amico Fabrizio, su FaceBook:

Fabrizio Furlan  January 9, 2011 at 2:29pm
 
Ciao! di seguito le novità pubblicate nel mio sito.
al solito ricordo di utilizzare Mozilla firefox per una corretta visualizzazione! Grazie e buona domenica!

18/12/2010
su
Responsabilità individuale

Quando al ristorante bevi due bicchieri di vino, ti appresti a giocare alla lotteria.
Se tornando a casa non incroci una pattuglia che ti fa l’alcool test, hai vinto: fai ancora parte della società civile. Se è il tuo giorno
sfortunato, oltre al rischio di ritiro patente e auto e sanzioni fino a migliaia di euro, hai l’obbligo di partecipazione a incontri presso centri per alcoolisti e sei costretto a seguire
mortificanti trafile.

Responsabilità individuale. La stessa, proprio la stessa responsabilità individuale che hanno avuto nei giorni scorsi gli amministratori o chi per
essi, che sapendo sarebbe nevicato parecchio, non hanno fatto nulla, o lo hanno fatto troppo tardi.

Nel tragitto casa-azienda (Pove-Mussolente: dieci chilometri) ho assistito a quattro incidenti all’andata, tre al ritorno. Coinvolti camion, auto e anche un
povero postino portato via a sirene spiegate dall’ambulanza. Tutto evitabile.

Dappertutto segni di altri incidenti: muretti abbattuti, pali della luce e cartelli stradali divelti, auto danneggiate. La legge fa pagare salato chi beve anche
molto poco, pochissimo.

Allo stesso modo dovrebbe costringere gli amministratori a risarcire i danni che hanno subito le persone vittime di incidenti stradali causati da loro
incuria.

La stessa legge per non essere iniqua, dovrebbe perseguirli penalmente.
Se sono delinquenti i primi, lo sono anche i secondi (Fabrizio Furlan).

Non abbiamo altri commenti ma solo un timido applauso all’arringa di Fabrizio, dal fondo della sala, per non farci sentire ma attendiamo i vs commenti e le vs vicissitudini.

Giuseppe Danielli
Newsfood.com

Leggi Anche
Scrivi un commento