FREE REAL TIME DAILY NEWS

Bastico: «l'irregolarità non influisce sul diritto di andare a scuola»

By Redazione

«Per aiutare gli approfondimenti del Comune di Milano, che forse sarebbe stato necessario fare prima di emanare una circolare così importante, si rende noto quanto segue.

«In mancanza dei documenti, la scuola iscrive comunque il minore straniero, poiché la posizione di irregolarità non influisce sull’esercizio di un diritto-dovere
riconosciuto. Il contenuto delle norme citate nel precedente paragrafo esclude che vi sia un obbligo da parte degli operatori scolastici di denunciare la condizione di soggiorno irregolare
degli alunni che stanno frequentando la scuola e, quindi, esercitano un diritto riconosciuto dalla legge». Sono disposizioni che non ha scritto il ministro Fioroni ma Maria Moioli quando
era direttore generale dell’ex ministro Letizia Moratti ed è una disposizione contenuta nelle Linee guida per l’accoglienza e l’integrazione degli alunni stranieri del marzo 2006.

Linee guida che, nonostante la tecnica del cacciavite, il ministro Fioroni non solo non ha smontato ma che intende far applicare a tutte le scuole d’Italia. Immaginiamo che non sia possibile
cambiare norme a seconda della poltrona sulla quale si è seduti. E dunque, a proposito di stile, serietà e responsabilità, chiediamo all’assessore Moioli: se questa
disposizione valeva quando era direttore generale al Ministero, perché non vale più oggi che è Assessore al comune di Milano?»

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: