Integrazione: nasce l'albo dei mediatori interculturali

Grosseto – Il fenomeno migratorio è divenuto strutturale anche in provincia di Grosseto come nel resto del Paese, da qui la necessità di portare avanti azioni specifiche
per facilitare il processo di integrazione tra cittadini italiani e stranieri.

Al riguardo la Provincia, con una delibera, ha istituito il primo registro pubblico dei mediatori interculturali del territorio provinciale.
«Il mediatore interculturale – spiega l’assessore Tacconi – è una figura professionale relativamente recente, prevista dal decreto legislativo 286 del 1998. Un consulente in grado
di elaborare specifici percorsi per favorire l’integrazione dei cittadini stranieri nei diversi settori; dalla scuola, al lavoro, ai servizi sociali e assistenziali. Una sorta di ponte tra
l’immigrato e gli uffici pubblici e privati del territorio, per facilitare l’incontro tra culture, a livello umano e sociale, tecnico e amministrativo».

«Attraverso l’istituzione del registro pubblico del mediatore interculturale – continua l’assessore Tacconi – intendiamo valorizzare ulteriormente questa figura, destinata a svolgere un
ruolo di primo piano anche nella nostra realtà locale, per risolvere e prevenire, in sinergia con le Istituzioni, i principali problemi legati al fenomeno migratorio, ma anche per
promuovere iniziative di integrazione, garantire ai cittadini stranieri pari opportunità e contribuire alla costruzione di una società inclusiva e multiculturale».
Il registro pubblico dei mediatori interculturali sarà a disposizione di tutti gli Enti, le Associazioni e i privati che hanno bisogno di una indicazione – ovviamente non vincolante –
per la scelta di un professionista della mediazione interculturale.
All’albo potranno iscriversi cittadini italiani e stranieri in possesso di specifiche competenze e professionalità. Il regolamento e il modello di domanda sono reperibili sul portale
della Provincia www.provincia.grosseto.it , nella sezione Lavoro.

Per ulteriori informazioni rivolgersi al Servizio Lavoro, telefono 0564 484958.

Leggi Anche
Scrivi un commento