Rifugiati e apolidi, in vigore il nuovo decreto

Dal 19 gennaio entra in vigore il decreto legislativo 251 del 19 novembre 2007 che, in attuazione della direttiva 2004/83/CE, istituisce nuove norme sull’attribuzione della qualifica di
rifugiato o di persona ammissibile alla protezione sussidiaria per i cittadini di Paesi che non fanno parte dell’Unione Europea o per gli apolidi.

Nel provvedimento sono contenuti i requisiti di individuazione delle qualifiche di «rifugiato» e «persona ammissibile alla protezione sussidiaria», nonché le
norme minime sul contenuto della protezione riconosciuta.

Restano esclusi dalla protezione gli stranieri sospettati di crimini di guerra, contro la pace o contro l’umanità, coloro che sono già assistiti da un organo o da un’agenzia delle
Nazioni Unite diversi dall’Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i rifugiati, coloro che abbiano commesso all’estero, prima del rilascio del permesso di soggiorno quale rifugiato, un reato
grave o atti particolarmente crudeli.

Leggi Anche
Scrivi un commento