I BALZINI, 4 TRALCI NELLA GUIDA VINI 2015 AIS, A “L’ECCELLENZA DI TOSCANA” PREMIANO I MIGLIORI NEO SOMMELIER DELLA REGIONE

I BALZINI, 4 TRALCI NELLA GUIDA VINI 2015 AIS, A “L’ECCELLENZA DI TOSCANA” PREMIANO I MIGLIORI NEO SOMMELIER DELLA REGIONE

Domenica 14 dicembre 2014 a Villa Castelletti (a Signa, Firenze) si svolgerà l’evento “L’Eccellenza di Toscana”, organizzato da AIS Toscana. In degustazione, fra le tante eccellenze vitivinicole selezionate, anche le etichette de I Balzini. E un evento nell’evento in occasione del trentennale di iscrizione all’Ais di Vincenzo D’Isanto, socio fondatore dell’azienda.

Anche I Balzini a “L’Eccellenza di Toscana”. E quattro tralci assegnati all’azienda inserita nella Guida AIS 2015 Vitae, massimo riconoscimento previsto. Una bella soddisfazione.
Antonella D’Isanto: Sì, una gran bella soddisfazione! Sono state recensite 2000 aziende per Vitae 2015 e le migliori 400 sono state premiate con l’assegnazione del simbolo dei quattro tralci in Guida. E quest’anno per noi i festeggiamenti sono doppi, festeggiamo anche i trent’anni di iscrizione AIS di mio marito, Vincenzo d’Isanto.

Credete da sempre, dunque, nell’importanza e nel valore di una formazione professionale specialistica e di settore come quella per diventare Sommelier AIS?
Certo, crediamo sia fondamentale affrontare un percorso formativo approfondito e puntuale e portarlo fino in fondo. Gli studenti che arrivano al 3° livello AIS e si diplomano vanno sostenuti e incoraggiati. Con la loro preparazione sarà più semplice affacciarsi al mondo del lavoro e collaborare fin da subito con le aziende del settore.

E voi avete davvero voluto sostenere e incoraggiare questi giovani, concretamente. Ci racconta come?
Si quest’anno, proprio in occasione del trentennale, abbiamo ospitato gli esami finali del corso AIS della delegazione di Firenze. E durante l’evento di domenica assegneremo la borsa di studio “I Balzini” ai tre diplomati Sommelier che hanno sostenuto le prove migliori (lo studente che ha sostenuto l’esame migliore riceverà, fra l’altro, un assegno pari al costo sostenuto per il corso di 3° livello, ndr).

 

Redazione Newsfood.com

Leggi Anche
Scrivi un commento