Autotrasportatori: il blocco delle strade è finito ma l'emergenza continua

Dopo tre giorni difficili finalmente autotrasportatori e Governo hanno trovato un accordo, il Paese è lentamente ripartito, ma l’emergenza resta e resterà ancora per altri giorni,
fabbriche ancora chiuse per la mancanza di materie prime, banchi vuoti nei supermercati, fermi autobus e ambulanze per mancanza di carburante, bloccati importanti Festival e Spettacoli.

In questi giorni i centralini delle nostre associazioni sono stati tempestati di segnalazioni da parte di cittadini che hanno denunciato il mancato rispetto dei loro diritti e in molti casi
pretendevano un risarcimento per l’enorme disagio subito. Come ad esempio il sig. Michele, che non ha potuto raggiungere il posto di lavoro a causa dei distributori chiusi o la signora Anna, di
90 anni, che non ha trovato un medicinale terminato nelle farmacie del suo quartiere.

Se prima l’allarme riguardava il ripristino delle attività degli autotrasportatori, oggi riguarda la qualità dei prodotti che sono stati fermi nei tir in questi giorni.
Potrebbe avvenire, infatti, che vengano consegnati prodotti che hanno subito una mal conservazione, come ad esempio possono essere i surgelati che hanno bisogno di una temperatura costante per
la loro idoneità. A tal proposito è fondamentale, da parte delle Autorità competenti, un maggiore controllo e vigilanza affinché i consumatori non si ritrovino sulle
tavole merci che all’apparenza sembrano perfettamente conservate ma in realtà sono dannose e nocive.
Il disagio arrecato al nostro Paese, soprattutto in questo periodo natalizio in cui normalmente diversi prodotti subiscono un rincaro, ha portato ad ulteriori aumenti.

A tal proposito Adoc, Adusbef e Federconsumatori hanno già presentato esposti-denunce alle principali dieci procure della Repubblica e chiedono, inoltre, alle Autorità, un
intervento deciso soprattutto nella prevenzione di abusi e speculazioni.
Le associazioni invitano i consumatori a fare attenzione specialmente alle offerte di prodotti alimentari che generalmente non vengono messi in promozione ed inoltre consigliano, come sempre,
ma a maggior ragione in questo momento, a controllare sia la data di scadenza che l’integrità della confezione del prodotto.

Leggi Anche
Scrivi un commento