Aumentano gli immigrati clienti delle banche italiane

Sono sempre di più i cittadini immigrati che si rivolgono agli sportelli delle banche entrando così nel circuito finanziario italiano. Sono quasi un milione e mezzo, secondo una
ricerca dell’Abi-Cespi presentata oggi al Forum sulla responsabilità sociale delle imprese, gli stranieri che hanno aperto un conto corrente.

Negli ultimi due anni sono aumentati di oltre 350mila unità, il 67 per cento dei cittadini stranieri provenienti dai paesi non Ocse. Ecuadoriani, albanesi ed egiziani i clienti
più avvezzi a rivolgersi agli istituti di credito. Gli uomini, si legge nell’indagine, si rivolgono alle banche soprattutto per acquistare una casa o l’automobile, mentre le donne per i
risparmi e le rimesse all’estero.

Leggi Anche
Scrivi un commento