Nutrimento & nutriMENTE

ASI di Lecce, Frisullo: dal centrodestra solo demagogia e irresponsabilità

By Redazione

Bari, 17 Ottobre 2007 – Di seguito, una dichiarazione del Vice Presidente e Assessore allo Sviluppo Economico della Regione Puglia, Sandro Frisullo, sulla vicenda del Consorzio
ASI di Lecce se c’è qualcuno che deve vergognarsi per aver ridotto il Consorzio allo sfascio è proprio il centro – destra e i suoi esponenti. Dopo anni di assordante silenzio
Palese, Baldassarre, Congedo e Vadrucci recuperano improvvisamente voce e fiato e si accorgono della paralisi del Consorzio ASI causata proprio dalla loro scellerata scelta di commissariare
l’Ente.

Un commissariamento durato ben 6 anni!! Come mai questi signori non hanno aperto bocca in questi anni? Forse perché i commissari furono scelti dalla Giunta Fitto? Come è noto la
decisione del commissariamento azzerò i Consigli di Amministrazione e si pose in capo alla Regone non solo il controllo ma anche la gestione dei Consorzi addebitando direttamente alla
Regione i mancati introiti e i mancati pagamenti, formando così un altro debito da scaricare sulle casse pubbliche. Ecco il rigore di Palese! La loro impudenza e la loro sfacciataggine
è ormai senza limiti. E’ di pochi giorni la ricostituzione del Consiglio di Amministrazione e appare ridicolo scaricare sull’attuale gestione il carico e le conseguenze di una
così lunga fase di commissariamento. I nuovi amministratori dell’ASI stanno tentando di ricostruire l’effettivo percorso che ha determinato l’impressionante debito nei confronti di AQP.

C’è da accertare il quadro della debitoria: come si è formata, se ci sono aree di morosità e da parte di chi, l’esistenza di derivazioni e allacci abusivi alla rete idrica
che vanno severamente sanzionati. Ho chiesto agli amministratori dell’Acquedotto di avere comprensione di una situazione così complessa e considerazione della recente ricostituzione
dell’organo di governo dell’ASI di Lecce e della sua volontà di riportare ordine nei conti e di soddisfare il credito maturato da AQP. Non c’è spazio per atteggiamenti e scelte
burocratiche che eludono le funzioni di tipo pubblico del Consorzio ASI e le gravi conseguenze sul sistema di imprese e sull’occupazione della mancata erogazione dell’acqua. Al nuovo Presidente
del Consorzio ASI Carlo Benincasa, voglio esprimere il mio più concreto sostegno per il suo lavoro difficile e impegnativo ma assai importante per la crescita e lo sviluppo della
provincia di Lecce.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: