Arriva 'Imprendilarte' per sostegno giovani artisti

Lazio, 18 Dicembre 2007 – Per i giovani artisti del Lazio prende vita ‘Imprendilarte’, programma sperimentale per l’autoimprenditorialità, che nasce dalla collaborazione tra
‘Modigliani Institut Archives Légales Paris-Rome’ e Bic Lazio, il programma ha l’obiettivo di orientare i giovani artisti nel nuovo sistema dell’arte, creando percorsi innovativi di
sostegno alla creazione di impresa nel sistema ‘arte’.

Al centro delle azioni, un corso di formazione di 6 mesi per artisti sotto i 30 anni, che non abbiano mai esposto nell’ambito di una mostra ufficiale e che non abbiano mai pubblicato un proprio
catalogo. Il modello si ispira alla tradizione francese che stimola, promuove e premia le sue migliori risorse artistiche.

“Il sistema dell’arte – ha riferito Massimo Riposati, vicepresidente del Modigliani Institut ed editore di ‘Carte Segrete’ – è molto cambiato negli anni. Inoltre, ci sono tutta una serie
di figure intermediarie, come i mercanti d’arte e i collezionisti, che costituiscono – ha spiegato – in certe occasioni, la vera fortuna di un artista. Il quale, proprio perché vede la
sua opera esposta in una collezione privata (magari a casa di persone famose), ha l’opportunità di farsi conoscere al grande pubblico. L’obiettivo principale – ha continuato – è
quello di evitare che si manifestino, per i nostri giovani talenti, i problemi che Amedeo Modigliani conobbe nella sua breve vita, cioè di non aver mai realizzato una sua mostra
personale e un catalogo”.

La collaborazione con Bic Lazio permetterà di realizzare percorsi innovativi di sostegno allo sviluppo d’impresa in un territorio come quello del Lazio, storicamente ‘aggregatore’ di
talenti. “Come Bic – ha detto Enrico D’Agostino, presidente Bic Lazio – abbiamo l’obiettivo di creare una cultura d’impresa improntata all’innovazione e alla creatività. Impegnarci in
questo settore, quindi, assolve appieno la nostra ‘mission’. Il nostro compito è quello di far comprendere che una buona gestione del modello arte-imprenditorialità potenzia
notevolmente lo sviluppo di un territorio”.

Con ‘Imprendilarte’ i giovani artisti impareranno a relazionarsi con gli attori del mercato specifico, ad autopromuoversi e gestire la parte economica e legale della propria ‘impresa’. Il
programma ha l’obiettivo di porsi come modello per quei soggetti, come imprese affermate e istituzioni, che vogliano investire nell’economia della cultura.

“Il progetto – ha detto Luigi Campitelli, direttore generale Bic Lazio – deve partire da un assunto: anche l’artista, nel collocarsi in un percorso di sviluppo, deve comprendere a quali bisogni
va incontro e a che tipo di mercato relazionarsi. La sfida – oggi – è quella di fornire ai giovani strumenti che consentano loro di rapportarsi con gli attori del mercato. E’ un percorso
formativo, basato sulla regola della selezione di alcuni giovani artisti da inserire nella sperimentazione, per consentire ai migliori di realizzare una prima mostra e un catalogo”. “Ci
auguriamo – ha continuato – che questa iniziativa sia il punto di partenza di un insieme di azioni legate al settore della produzione culturale per capire come valorizzare il potenziale degli
artisti”.

“Il nostro compito – ha concluso il presidente del ‘Modigliani Institut’, Christian Parisot – non è quello di promuovere gli artisti ma quello di creare canali adatti all’autopromozione.
Non vogliamo dare delle semplici conoscenze ai giovani, vogliamo, invece, dare un certo tipo di esperienza non solo legata all’ambito della creativita’ ma anche a quello
dell’imprenditorialità”.

Leggi Anche
Scrivi un commento