Arezzo: Agriturismo, l’altra vacanza

 

Secondo i dati Istat, supererà il miliardo di euro il volume di affari legato al settore dell’agriturismo in questo 2008. Con un aumento di presenze che, nei primi otto
mesi dell’anno, ha registrato un sensibile incremento. E, secondo le proiezioni presentate dalla Coldiretti, a fine anno si potrà contare su un’ulteriore crescita di
presenze nei circa 18mila agriturismo sparsi nella penisola.

«Ormai quella dell’agriturismo è una realtà di primissimo piano – sottolinea Tulio Marcelli Presidente Coldiretti Toscana – un modo diverso di fare vacanza che
è entrato a far parte della cultura degli Italiani e dei tanti stranieri che prediligono queste strutture in grado di offrire, tra l’altro, un ottimo rapporto tra spesa
sostenuta e qualità della proposta».

Anche per questo c’è una grande attesa per la settima edizione di AgrieTour, Salone Nazionale dell’Agriturismo e dell’Offerta Territoriale che avrà come
teatro la bella struttura del Centro Affari e Convegni di Arezzo nel weekend tra il 14 e il 16 novembre.

Patrocinato dal Ministero per le Politiche Agricole e dall’Enit e con la partecipazione attiva di Agriturist, Terra Nostra, Turismo Verde, Regione Toscana, Agenzia Toscana
Promozione, Camera di Commercio, Comune e Provincia di Arezzo, AgrieTour è ormai diventato un appuntamento da non perdere per i sempre più numerosi appassionati di questo
genere di vacanza ma anche, e soprattutto, per gli operatori di settore.

«Con i suoi workshop, i Master di aggiornamento, la promozione di pacchetti speciali – spiega Franco Fani, responsabile della manifestazione – AgrieTour è diventato un
punto di riferimento essenziale per chi opera nel comparto. Basti pensare che in questa edizione ospiteremo circa 600 espositori, mettendo a disposizione 15.000 mq della nostra
struttura. Senza dimenticare che la presenza di oltre 100 buyers italiani e internazionali testimonia il successo di questo appuntamento».

Un successo che cresce di pari passo con quello legato al fenomeno agriturismo i cui numeri cominciano a diventare importanti. Si parla di un’offerta che oscilla intorno ai
160mila posti letto e che continua ad aumentare di stagione in stagione.

«Nel 2005 le strutture attive erano circa 15 mila – spiega Walter Trivellizzi Presidente di Turismo Verde – Ora abbiamo superato le 18mila strutture. Del resto creare un
agriturismo ha degli interessanti risvolti dal punto di vista economico. Basti pensare che il valore di un terreno e di una costruzione arriva a quintuplicarsi nel momento in cui si
pongono le basi per questo genere di attività. Il costo del lavoro è molto più basso rispetto a tutti gli altri settori e, ulteriore aspetto di grande interesse,
questa attività ha un positivo riscontro sotto il profilo del miglioramento ambientale. Rispetto e cura del territorio e della natura, infatti, sono alla base della filosofia di
chi propone e di chi fruisce di un agriturismo».

Ma qual è il segreto del successo degli agriturismo?

«E’ semplicemente un modo diverso di fare vacanza – spiega Vittoria Brancaccio Presidente di Agriturist – con dei punti di forza difficilmente riscontrabili negli altri tipi
di proposta. Come, per esempio, l’attenzione per l’aspetto enogastronomico che rappresenta il fiore all’occhiello di molti agriturismi. La scoperta di antichi piatti,
di sapori genuini, una cucina in qualche modo familiare rappresentano per l’agriturista dei valori cui è difficile rinunciare».

E non a caso uno dei momenti più attesi della settima edizione di AgrieTour sarà proprio il Campionato Italiano della Cucina Contadina, una gara in cui gli chef
provenienti dai diversi territori si sfideranno a colpi di gustosi piatti della tradizione.

I NUMERI DELL’AGRITURISMO (dati Istat e Anagritur)

16.756 agriturismi in Italia ( 10.8 rispetto al 2005)

13.854 con alloggio
160 mila posti letto
7898 con ristorazione
2644 con ristorazione
3130 con escursionismo
1550 con equitazione
2311 con mountain bike
3680 con sport vari
1025 con corsi, soprattutto di cucina

1 miliardo di euro il fatturato previsto per il 2008
4 milioni gli agrituristi previsti per il 2008

50,4% gli agriturismi in collina
35,6% gli agriturismi in montagna
14% gli agriturismi in pianura
45,7% gli agriturismi al Nord
35,1% gli agriturismi al Centro
19,2% gli agriturismi al Sud e nelle isole

La Toscana regione leader con 3789

Seguono il Trentino con Alto Adige con 2916 strutture, il Veneto (1.124), la Lombardia (966), l’Umbria (952), il Piemonte (795), l’Emilia Romagna (772), la Campania (734),
le Marche (670) e la Sardegna (656).

Fra gli incrementi più consistenti dal 2005 segnaliamo le Marche ( 27%), l’Abruzzo ( 16,6%) e la Sicilia ( 10%).

Il 34% degli agriturismo sono gestiti da donne (in Toscana si arriva addirittura al 40,4%).

I NUMERI DI AGRIETOUR

Numero espositori 600
Mq del Salone 15.000
Presenze della scorsa edizione oltre 10.000
Buyers presenti oltre 100

 

Leggi Anche
Scrivi un commento