Arezzo, 31 gennaio: Presentazione del Premio Nazionale Boscovivo

Arezzo, 31 gennaio: Presentazione del Premio Nazionale Boscovivo

“E’ con orgoglio che presentiamo nella nostra città, la sera del 31 Gennaio, il Premio Nazionale Boscovivo a cui siamo molto legati sia io che mia
moglie Franca, dichiara il patron Alfredo Landucci. Insieme abbiamo creato questa azienda nel 1982, oggi conosciuta per il forte attaccamento al territorio. Non potrebbe essere altrimenti, visto
che ci occupiamo di tartufi, chianina, e prodotti lavorati e cucinati secondo le antiche ricette aretine, con rivisitazioni proprie della famiglia Landucci. Cultura, tradizione e ricerca ci hanno
sempre distinti e con profonda convinzione esportiamo la Toscana Aretina negli Usa, in Canada, Germania, Russia, Inghilterra e in molti altri paesi.

La storia della Boscovivo ha avuto alcune tappe “culturali” fondamentali quali le collaborazioni con le Università Italiane (nei nostri laboratori si sono laureati 10 studenti) e
l’organizzazione di storici convegni a partire dal’92.

Ricordiamo “La cucina francese ha origini Toscane?”, in cui si documentano le origini aretine di noti piatti francesi tra cui la trecentesca Zuppa
Tarlati esportata in Francia grazie ai Medici. E ancora “la Chianina Razza Suprema”, primo convegno in assoluto di riabilitazione della pregiata razza
nostrana e il convegno “Vittorio Fossombroni e la Valdichiana”, storia della nostra bonifica. Tutti argomenti riportati alla ribalta da Boscovivo, e oggi
di dialogo comune.

Questi convegni furono realizzati nella Sala Dei Grandi della Provincia di Arezzo. Ultimo il convegno di quest’autunno alla fiera Agri&tour, realizzato sempre grazie alla Provincia. Direi
quindi un legame saldo nel tempo.

Proprio in onore della Terra di Piero, accogliamo con gioia la vetrina d’eccellenza del Premio Tarlati offerta dall’Associazione Cuochi di Arezzo di cui facciamo parte attivamente. Per suggellare quest’unione, la Boscovivo durante l’anno metterà a disposizione un ricco
quantitativo di tartufi e altri prodotti Boscovivo quale protagonisti preziosi delle belle kermesse culinarie dell’Associazione Cuochi.

La filosofia con cui in famiglia abbiamo deciso di assegnare il Premio Nazionale Boscovivo è la stessa che ci accompagna nell’offerta dei nostri tartufi: forte selezione nella scelta,
serietà nella proposta commerciale, garanzie di resa eccellente sia nel fresco che nel conservato.

La motivazione convita che ci ha guidati e oggi con me i miei figli Luca e Silvia è quello di preservare e tramandare alle nuove generazioni la cultura del vero e del buono che si
può trovare nel ricco paniere gastronomico Aretino. Anche così è possibile tenere alta l’immagine di questa provincia, che tutti ci invidiano.

Aretini eccellenti hanno ricevuto il Premio Nazionale Boscovivo: Enzo Boschi, Angelo Tondini, Pasquale Palma, Fossombroni, Armando Cherici.

Dopo un’attenta selezione all’interno della mia famiglia, riconosciamo ai personaggi che la sera del 31 gennaio riceveranno il Premio Nazionale Boscovivo il pregio di contribuire attivamente a
tenere alto il nome della nostra città, attraverso la più raffinata presentazione e selezione della gastronomia locale.

Questi aretini furono scelti da me nel lontano ’92 in occasione del primo convegno Boscovivo per interpretare piatti locali con i nostri prodotti. Allora giovani nella professione, oggi possono
essere sicuramente annoverati tra i portabandiera di Arezzo nel mondo.

Redazione Newsfood.com+WebTv

Leggi Anche
Scrivi un commento