Anoressia e bulimia danneggiano gli occhi

Anoressia e bulimia danneggiano gli occhi

L’anoressia è purtroppo una malattia a tutto tondo. Oltre al resto, tale malattia può danneggiare una struttura dell’occhio, la macula, riducendo nettamente la vista, nella sua
capacità di cogliere i dettagli.

E’ il parere di una ricerca dell’Università di Atene (Grecia), diretta dalla dottoressa Marilita Moschos e pubblicata sul “British Journal of Opthalmology”.

La dottoressa Moschos ed la sua equipe hanno esaminato 23 volontarie: 20 donne senza problemi alimentari e 13 malate di anoressia, in media 10 anni.

Osservando il loro organismo, gli studiosi hanno notato come le anoressiche presentassero macula e strati di alimentazioni dei nervi nettamente più sottili delle coetanee sane.
Situazione peggiore per le affette da bulimia, che mostravano una retina di dimensioni inferiori. Sia le malate di anoressia che quelle affette da bulimia, inoltre, erano vittime da riduzione
dei neurotrasmettitori elettronici, quelli che mandano i segnali dall’occhio al cervello.

Commentando i risultati, la Moschos ammette come lo stato delle menomazioni non sia del tutto chiarito. In altre parole, gli studiosi non sanno dire se assottigliamento della macula e la
riduzione dell’azione dei neurotrasmettitori sono fasi iniziali della cecità progressiva o sono reversibili tramite alimentazione corretta.

FONTE: Marilita M Moschos et al.,”Anatomical and functional impairment of the retina and optic nerve in patients with anorexia nervosa without vision loss”, Br J Ophthalmol,
doi:10.1136/bjo.2009.177899

Matteo Clerici

ATTENZIONE: l’articolo qui riportato è frutto di ricerca ed elaborazione di notizie pubblicate sul web e/o pervenute. L’autore, la redazione e la proprietà, non
necessariamente avallano il pensiero e la validità di quanto pubblicato. Declinando ogni responsabilità su quanto riportato, invitano il lettore a una verifica, presso le fonti
accreditate e/o aventi titolo.

Leggi Anche
Scrivi un commento