Alitalia, Matteoli: il piano Cai dal prossimo anno poteva prevedere il recupero di posti di lavoro

 

Si sono svolte ieri – davanti alle commissioni riunite di Camera e Senato – le Comunicazioni del Ministro del Lavoro, Maurizio Sacconi, e del Ministro dei Trasporti, Altero
Matteoli, sugli ultimi sviluppi della vicenda Alitalia.

In particolare, il ministro delle infrastrutture e dei trasporti, Altero Matteoli nel corso dell’audizione si è soffermato sul piano industriale. Perché il governo
ha creduto nell’operazione Cai? Perché – ha affermato il ministro – ha condiviso il piano industriale. Ed ha aggiunto Matteoli “a mio avviso, il Piano prevedeva
una serie di passaggi che consentivano a Cai di partire, chiedendo dei sacrifici per il numero degli esuberi ma, sono convinto, che già dal prossimo anno il piano poteva anche
immaginare il recupero di alcuni posti di lavoro”.

Secondo il ministro del Lavoro, salute e solidarietà sociale, Maurizio Sacconi, “non ci sono risorse aggiuntive né per gli ammortizzatori nè per l’accesso ad una
prestazione previdenziale già ampiamente anticipata”. “Siamo già in presenza di ammortizzatori e requisiti di accesso alla pensione particolarmente generosi – sottolinea
il ministro – non possiamo modificare i requisiti perchè questo comporterebbe nuovi oneri”.

Leggi Anche
Scrivi un commento