Al Maestro Nicola Fiasconaro la nomina a Cavaliere del Lavoro dal Presidente Sergio Mattarella

Al Maestro Nicola Fiasconaro la nomina a Cavaliere del Lavoro dal Presidente Sergio Mattarella

 

Al Maestro Nicola Fiasconaro la nomina a Cavaliere del Lavoro dal Presidente Sergio Mattarella al Quirinale

 Nicola Fiasconaro, Ambasciatore dell’Alta Pasticceria Made in Italy,  Cavaliere del Lavoro: “Cavalieri del lavoro siamo tutti noi, fratelli Fiasconaro…”

 

Roma, Quirinale: 27 ottobre 2021

 

È un riconoscimento speciale, che suggella la storia, i valori e la tradizione di tre generazioni di Artisti dell’Alta Pasticcieria Fiasconaro che hanno portato il Made in Sicily firmato dall’azienda madonita in oltre 60 Paesi. Il Maestro Nicola Fiasconaro è stato nominato Cavaliere del Lavoro nel giugno 2020, ma solo oggi, dopo un anno e mezzo di pandemia e distanziamento sociale, il grande pasticciere siciliano riceve il riconoscimento dalle mani del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella.

E non è un caso che il solo pasticciere a diventare Cavaliere del Lavoro prima di Nicola fu Gioacchino Alemagna, quasi settanta anni fa. E non è un caso che anche Alemagna impastasse i suoi panettoni con gli stessi ingredienti imprenditoriali di Nicola: passione per la qualità, soluzioni tecnologiche innovative, rispetto della tradizione, reti produttive locali e conservazione del patrimonio artigianale anche su produzioni a larga scala. Era il 1957, e furono imprenditori come Alemagna a innescare il boom economico Italiano.

“Io ricevo questa onorificenza, ma Cavalieri del lavoro siamo tutti noi, fratelli Fiasconaro, che abbiamo coltivato con amore e passione la visione imprenditoriale di nostro padre Mario”, tiene a precisare il Maestro Fiasconaro, ancora emozionato dopo la cerimonia.

Questa frase racchiude uno degli ingredienti che hanno portato un laboratorio di pasticceria nato settant’anni fa in un paesino delle Madonie, in Sicilia, a un fatturato che per la fine dell’anno in corso supererà i 30 milioni di euro e all’affermazione di un Brand oggi famoso in tutto il mondo: pensare il Futuro con uno sguardo che attraversa il Passato.

 Fiasconaro: Un successo fatto di Bellezza e di Passione per la Qualità.

Gli ingredienti del successo straordinario di Fiasconaro raccontano una storia semplice, impastata con poche materie prime: il rispetto della tradizione, dei suoi antichi insegnamenti, e il suo dialogo costante con la ricerca e l’innovazione tecnologica; l’ascolto rispettoso della lezione di un territorio meraviglioso. Ma soprattutto la fiducia nell’Uomo, nella sua forza che deriva dal sentirsi parte di una Comunità (oggi va di moda dire “rete”) e nella sua capacità di produrre Bellezza, oltre che ricchezza.

Fiasconaro: Talento e creatività per un’Utopia Possibile.

É cosi che il più milanese dei dolci ha indossato i colori della Sicilia ed è diventato il simbolo di un’Utopia Possibile: trasformare i saperi della grande tradizione artigiana in un progetto di grande successo e di respiro internazionale che cresce e si evolve senza mai tradire i principi da cui è nato. Oggi per Fiasconaro lavorano oltre 180 persone, 30 delle quali sono state assunte in piena pandemia. Ma lui, Nicola, continua a considerarsi un Pasticcere artigianale, e ha ragione, se essere pasticcere artigianale vuol dire portare la grande tradizione enogastronomica siciliana sulle vette dei più importanti mercati internazionali.

Fiasconaro: Non solo Maestro Pasticciere, ma Ambasciatore dell’Alta Pasticcieria 

La recente vittoria italiana al Campionato del mondo di alta Pasticcieria di Lione un Italiano che vince il più prestigioso premio internazionale, e lo fa in Francia…– ha riportato con forza sotto i riflettori non solo la competitività della nostra Arte Dolciaria, ma anche la necessità di proteggere questo settore di eccellenza con un disciplinare più chiaro e una maggior tutela dell’Italian Sounding.

Nicola Fiasconaro non è diventato Cavaliere del Lavoro solo perché è un grande artista della pasticceria, ma perché ha indicato all’economia  Italiana una strada che sembra impossibile da percorrere: valorizzare il genio italiano che dal Rinascimento in poi nasce tipicamente in un ambiente di bottega, e farlo crescere fino a renderlo adeguato a grandi contesti competitivi internazionali lavorando sulla forza di una Rete territoriale piuttosto che sui cambi di paradigma che trasformano il grande artigianato in grande industria, perdendo un Dna che lo rendeva unico.

Nicola, con i suoi panettoni, le sue colombe e le tipiche Cubaitegli antichi torroncini della tradizione palermitana – ci regala una lezione che non deve rimanere inascoltata e che ci chiede di riflettere su quello che siamo e soprattutto su quello che potremmo essere.

“Un’immenso patrimonio fatto di tradizioni, territorio, senso del Bello, creatività e tenacia hanno fatto dell’Italia Il bel Paese per antonomasia: è questo il nostro capitale più fertile, e non dobbiamo sprecarlo. Non dobbiamo dimenticare di alimentare il nostro futuro con le radici ben piantate nel nostro Passato”, conclude il Maestro Fiasconaro.

Sapori, profumi e alchimie della Sicilia sono la suggestiva cornice della storia e della tradizione dell’azienda dolciaria Fiasconaro, nata nel 1953 a Castelbuono, nel cuore del parco delle Madonie, in provincia di Palermo. Oggi l’azienda, giunta alla terza generazione di Pasticcieri è un’eccellenza del made in Italy, con un fatturato che a fine 2021 supererà i 30 milioni di euro, un organico di 180 lavoratori – fra stagionali e dipendenti, ed una presenza in 60 Paesi con una crescita del 20% su tutti i principali mercati: Italia, Canada, Francia, Stati Uniti, Germania, Inghilterra, Australia e Nuova Zelanda e con un orizzonte strategico rivolto al mercato asiatico. Fiasconaro è totalmente made in Sicily e anche il suo indotto segue la territorialità. Il panettone e la colomba Fiasconaro rappresentano il core-business dell’azienda, ma è in continua crescita anche l’incidenza della linea di prodotti continuativi: torroncini, cubaite, creme da spalmare, mieli, marmellate, confetture e spumanti aromatici. I suoi dolci sono stati serviti sulle tavole di tre Papi, del Presidente della Repubblica cinese, dagli astronauti dello Shuttle, nelle corti regali di tutta Europa.

 

Redazione Newsfood.com
Nutrimento & nutriMENTE

NewsfoodTV 
Gruppo Velvet Media spa

Contatti

 

Vedi:

  • Nicola Fiasconaro Cavaliere del Lavoro – Premio meritato da tutta la Famiglia Fiasconaro

    Nicola Fiasconaro Cavaliere del Lavoro – Premio meritato da tutta la Famiglia Fiasconaro

    30 MAGGIO 2020 – Premio meritato per Nicola Fiasconaro che lo condivide con la sua Famiglia, una Famiglia di lavoratori instancabili che hanno fatto tanto per Castelbuono, per la Sicilia e l’Italia tutta. E vorremmo dire anche per l’Europa… Giuseppe Danielli   Nicola Fiasconaro … Leggi tutto

 

Vedi anche:   Fiasconaro site:newsfood.com (rassegna stampa sempe aggiornata)

Leggi Anche
Scrivi un commento