Nutrimento & nutriMENTE

Agriturismo nel Lazio: nuove norme

By Redazione

L’attività ricettiva agrituristica che potrà essere svolta tutto l’anno, arrivando a toccare la soglia dei cinquanta posti letto, la percentuale dei prodotti di produzione propria
che non dovrà essere inferiore al 35%, oltre alla possibilità di vendere in azienda anche i prodotti provenienti da altre aziende.

Questi gli argomenti affrontati nel corso del convegno ‘La nuova normativa regionale per l’ agriturismo’ organizzato da Europe Direct Lazio, Coldiretti Viterbo, assessorato all’Agricoltura
Regione Lazio e Dipartimento di economia agroforestale e dell’ambiente rurale dell’Università della Tuscia. Tra i presenti molti imprenditori agricoli curiosi di conoscere le
novità del settore agrituristico, oltre a giovani interessati a saperne di più per avviare un’attività.

Massimo Madonia, dirigente dell’area agricoltura, ambiente e territorio dell’assessorato regionale all’Agricoltura ha presentato il regolamento attuativo della legge sottolineando che: “Il
regolamento è stato concertato con le associazioni agrituristiche, che sono state coinvolte direttamente per avere un momento di confronto”. “Nel regolamento – ha spiegato – si continua
a ribadire che l’attività agrituristica ha sempre come soggetto l’imprenditore agricolo e come oggetto l’azienda agricola non si può prescindere da questi due punti di partenza”.
Il dibattito si è acceso sul tasto del turismo rurale, per il quale non è ancora stata presentata una legge ad hoc, Madonia ha spiegato: “Siamo ancora in attesa della legge sul
turismo rurale perchè stiamo aspettando il regolamento attuativo della legge regionale sul turismo, in base a quello proseguiremo con il settore rurale, sui tempi di attesa non abbiamo
ancora risposte “.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: