Adoc: Prorogati i termini per la regolarizzazione di colf e badanti

Adoc: Prorogati i termini per la regolarizzazione di colf e badanti

Roma – Mancano pochi giorni alla chiusura dei termini per la regolarizzazione della badanti. Meno del previsto il numero delle domande arrivate, circa 300mila, per Adoc avrebbero dovuto
essere il doppio. “L’eccessiva onerosità della domanda, la paura di essere schedati e la mancanza di un adeguata campagna informativa hanno rallentato visibilmente il numero delle
richieste di regolarizzazione – dichiara Carlo Pileri, Presidente dell’Adoc – che, secondo le stime dell’Adoc, avrebbero dovuto essere almeno il doppio.

Va detto, inoltre, che né le Associazioni dei consumatori né le Associazioni religiose e degli immigrati sono state sentite e coinvolte nel processo di sanatoria. Anche i medici,
che nella legge erano stati tirati in ballo come spie governative, in questo caso non sono stati coinvolti per aiutare e informare le famiglie che , se hanno badanti a carico, alleggeriscono il
sistema sanitario.

In ogni caso lo Stato con l’operazione ha incassato 150 milioni di euro dal contributo una tantum e 4 milioni e mezzo dalle marche da bollo. Inoltre otterrà una rendita di altri 90 milioni
l’anno di contributi previdenziali. Ma se venisse sanata la posizione di tutte le badanti irregolari l’incasso salirebbe a oltre 400 milioni di euro per tasse e contributi. Per questo l’Adoc
auspica una proroga dei termini di regolarizzazione fino alla fine dell’anno, per permettere una maggiore informazione alle famiglie che hanno intenzione di sanare la posizione delle proprie
badanti”.

ADOC Associazione per la Difesa e Orientamento Consumatori

Leggi Anche
Scrivi un commento