Acqua minerale: verità e pregiudizio

Acqua minerale: verità e pregiudizio

L’acqua minerale (soprattutto l’anidride carbonica che le dà il gusto frizzante) divide i consumatori, indecisi se considerarla utile digestivo, portatrice di problemi gastrointestinali
o, semplicemente, bevanda “normale”.

Sul tema, prova a risolvere qualche dubbio una ricerca dell’Università Federico II di Napoli, diretta dal dottor Rosario Cuomo e pubblicata da “Nutrition, Metabolism & Cardiovascular
Diseases”.

Gli scienziati hanno esaminato alcune convinzioni sull’acqua frizzante, confermandole o smentendole.

Ad esempio, essi sostengono come l’anidride carbonica provochi una leggero aumento della produzione gastrica di acido cloridrico: la bevanda aiuta perciò la digestione lenta, ma è
controindicata ai soggetti con ulcera ed erosioni gastriche.

E’ invece falso che l’acqua in questione sia estranea alle diete ipocaloriche, poiché capace di ridurre la capacità del cibo di saziare. Anzi: se la quantità assunta
è superiore ai tre decilitri, tale capacità aumenta. Riguardo poi al reflusso gastroesofageo, i ricercatori non hanno prove sufficienti per ritenere che la bibita migliori o
peggiori il problema.

Complessa è anche la situazione per il gonfiore. Gli studiosi spiegano come il discriminante sia la sezione dell’apparato digerente con dei problemi.

Se il problema è localizzato nello stomaco ed è legato all’aerofagia (deglutizione inconsapevole di aria), può aiutare evitare un acqua minerale, specie se si ha la
tendenza a bere rapidamente.

Quando invece il difetto è un gonfiore intestinale è difficile che l’anidride carbonica dell’acqua possa avere un ruolo, essendo quasi completamente assorbita prima di raggiungere
l’intestino.

Fonte: “Carbonated beverages and gastrointestinal system: Between myth and reality”, R. Cuomo, G. Sarnelli, M.F. Savarese, M. Buyckx, Nutrition, Metabolism & Cardiovascular Diseases
December 2009, Vol. 19, Issue 10, doi:10.1016/j.numecd.2009.03.020

Matteo Clerici

ATTENZIONE: l’articolo qui riportato è frutto di ricerca ed elaborazione di notizie pubblicate sul web e/o pervenute. L’autore, la redazione e la proprietà, non
necessariamente avallano il pensiero e la validità di quanto pubblicato. Declinando ogni responsabilità su quanto riportato, invitano il lettore a una verifica, presso le fonti
accreditate e/o aventi titolo.

Leggi Anche
Scrivi un commento