Accordo sindacale nazionale settore florovivaistico tra UIL – CISL – CICCOLELLA SpA

Roma, 18 Dicembre 2007 – Il giorno 17 settembre alle ore 11:00 presso la sede del CONAFLOR, Consorzio nazionale di filiera florovivaistica, in Piazza Sallustio 3 a Roma, il
gruppo florovivaistico Ciccolella rappresentato da Vincenzo Ciccolella, la Uila-Uil rappresentata dal Dottor Pasquale Papiccio e la Fai-Cisl rappresentata dal Dottor Stefano Faiotto, hanno
stipulato il primo accordo applicativo del CCNL per operai agricoli e florovivaisti con validità in tutti i siti produttivi del gruppo.

Tale accordo assume particolare importanza perché è il primo firmato a livello nazionale per il settore florovivaistico da due tra le maggiori OO.SS. nazionali, rappresentative
del 97% dei lavoratori del Gruppo Ciccolella, prima holding agricola europea quotata in borsa e prima nella produzione e nella commercializzazione di fiori recisi in Europa con oltre 60 ettari
attualmente coltivati nei suoi stabilimenti destinati entro la fine del 2008 a raggiungere un estensione complessiva pari a 110 ha.

Si tratta di un intesa innovativa che non ha precedenti nella contrattualistica agricola italiana e con la quale si centrano due fondamentali obiettivi:

– costruire a livello nazionale, in pieno accordo con le organizzazioni sindacali, un percorso di stabilizzazione dell’occupazione, favorendo la formazione per la crescita professionale dei
lavoratori e la qualificazione delle capacità produttive dell’azienda;

– istituire uno strumento bilaterale di trasparenza e regolarizzazione a sostegno delle tutele sociali, delle pari opportunità e della sicurezza dei lavoratori.

Il Gruppo Ciccolella ribadendo la centralità della risorsa umana nei propri processi aziendali quale patrimonio e fattore fondamentale di crescita e sviluppo, conferma il proprio
interesse a creare tutte le condizioni necessarie al raggiungimento e al miglioramento degli obiettivi a sostegno del lavoro dei suoi dipendenti.

Il Gruppo Ciccolella conferma altresì le proprie prospettive di crescita a livello nazionale e internazionale a favore del lavoro stabile e qualificato e del complessivo sviluppo
economico del comparto florovivaistico, ribadendo il concreto impegno a favore del corretto andamento delle relazioni sindacali sostenute da uno spirito di coinvolgimento e da un “sistema
partecipativo” fondato su trasparenza, coinvolgimento e costruttività.

Leggi Anche
Scrivi un commento