Mercati dei fiori di Toscana, al via la gestione unica

Toscana, 12 Dicembre 2007 – La gestione dei due mercati dei fiori toscani sarà unica, lo ha annunciato l’assessore regionale all’agricoltura Susanna Cenni nel corso del
convegno sul futuro della floricoltura organizzato a Palazzo Ducale di Lucca: “Resteranno le due sedi di Pescia e di Viareggio ma la ‘testa’ sarà una – ha spiegato l’assessore – e questo
permetterà di rilanciare entrambe le realtà qualificandole, innovando i servizi, attivando sinergie ad oggi non realizzabili, è una scelta che nasce dopo una lunga fase di
gestazione e che è condivisa sia dalle istituzioni che dai produttori”.

I due mercati commercializzano il 70% della produzione floricola toscana, una fetta di quella vivaistica e dell’ortofrutta (nel caso di Viareggio) e realizzando un giro di affari complessivo di
circa 100 milioni di euro. Mille sono le realtà tra aziende agric! ole e im prese di commercio) che operano nelle due strutture (656 al Comicent di Pescia, 348 a Viareggio) a cui vanno
aggiunte le aziende che operano nell’indotto: anche per questo i due mercati rappresentano una fetta significativa dell’economia dei due territori circostanti Pescia (la Valdinievole e la piana
di Lucca e Viareggio (la versilia). Ma quali sono le cause che hanno spinto per la gesione unitaria? “Dopo anni di difficoltà – ha spiegato l’assessore – sui mercati internazionali
compaiono i primi segnali di un’inversione di tendenza. Per cogliere i segni di rilancio occorre che tutto il comparto sappia rispondere all’appello mostrandosi pronto all’innovazione e evoluto
in termini di servizi. L’anello della commercializzazione è molto importante: la gestione unitaria permetterà di rendere le due sedi funzionali alle esigenze del comparto,
consentirà di unificare gli standard per tenere alta la qualità complessiva dell’offerta, e, soprattutto, consentirà di varare nuovi e innovativi servizi commerciali in
linea con le richieste del mercato. Alla conferenza stampa in cui è stata annunciata la novità della gestione unitaria hanno partecipato anche il vicesindaco di Viareggio
Francesco Parenti e il sindaco di Pescia Antonio Abenante: entrambi hanno sottolineato il valore di una scelta tante volte evocata che potrà produrre benefici per tutta la floricoltura
toscana. La scelta annunciata oggi sarà formalizzata in un protocollo d’intesa tra regione e istituzioni locali: primo passo ufficiale per iniziare a lavorare concretamente sulla
gestione unitaria.

Massimo Orlandi

Leggi Anche
Scrivi un commento