A Villa Piccolomini a Roma Conferenza Programmatica sull'interoperabilità

Roma, 11 Ottobre 2007 – Valorizzare l’interoperabilità intesa come strumento capace di erogare servizi di iGovernment più “intelligenti” ai cittadini europei, questo il
tema della Conferenza Programmatica sull’Interoperabilità a Villa Piccolomini a Roma, promossa dall’Assessorato regionale per la Tutela dei Consumatori e Semplificazione Amministrativa e
organizzata da LAit.

L’interoperabilità è la possibilità, per le amministrazioni pubbliche, di “parlarsi e comprendersi”, condividendo e integrando dati e conoscenze, in un rapporto virtuoso
grazie al quale chiunque può beneficiare dei servizi erogati dalle proprie amministrazioni locali, in qualsiasi paese d’Europa si trovi.

“Uno degli obiettivi che la Regione vuole raggiungere, attraverso lo sviluppo dell’Ict – ha dichiarato l’Assessore alla Tutela dei Consumatori e Semplificazione Amministrativa Mario
Michelangeli – è innalzare in modo concreto il livello di qualità della vita dei cittadini. L’iGovernment,oltre a rendere possibile la riduzione del divario digitale e lo
snellimento burocratico, contribuisce all’interscambio di dati e di informazioni in tempo reale, da qualsiasi territorio dell’Unione Europea” .

“In uno scenario europeo, in cui la libera circolazione delle persone è ormai un dato acquisito – ha sottolineato il presidente di LAit Regino Brachetti – lo sviluppo
dell’interoperabilità è un obiettivo dal quale non si può prescindere. Si tratta di una grande sfida innovativa, alla quale LAit partecipa in maniera convinta, con
l’intenzione di svolgere, come sempre, un ruolo da protagonista”.

Nella Conferenza Programmatica, che si chiude venerdì 12 ottobre, soggetti nazionali e internazionali saranno coinvolti nell’organizzazione del II Vertice Europeo
sull’Interoperabilità nell’iGovernment, che la Regione Lazio si candida ad ospitare a Roma nel 2008.

Leggi Anche
Scrivi un commento