40 milioni per raccolta differenziata e imballaggi dalla Regione Lazio

Roma – Quaranta milioni per incrementare la raccolta differenziata, aumentare la produzione di concime da rifiuti (compost) e incentivare la riduzione della produzione di rifiuti.

La Giunta regionale ha approvato una delibera che prevede la promozione e lo sviluppo da parte della Regione, in collaborazione con le province, di cinque programmi specifici: incentivazione
per l’acquisto da parte dei comuni di compostiere domestiche da concedere in comodato d’uso ai cittadini che abbiano un giardino di almeno 30 metri quadrati; progetto «Mensa
sostenibile», che prevede l’individuazione delle mense pubbliche o private, con almeno 200 pasti al giorno, dove incentivare l’utilizzo di stoviglie riutilizzabili e l’uso di prodotti
alimentari sfusi; progetto «Acquista sfuso» che, attraverso specifiche campagne informative, mira a incentivare la vendita da parte della grande distribuzione di prodotti sfusi e
contenitori riutilizzabili; concessione ai Comuni di contributi per l’acquisto di contenitori e sacchi da destinare alla raccolta differenziata; realizzazione e gestione di 6 impianti di
produzione di compost di qualità da frazione organica di rifiuti urbani e da potature.

La delibera prevede anche la sottoscrizione di un accordo di cooperazione con il Consorzio nazionale imballaggi (Conai), al fine di portare avanti la politica del contenimento del packaging. Il
provvedimento punta allo sviluppo della raccolta differenziata su tutto il territorio regionale e vuole dotare il sistema di raccolta di infrastrutture in grado di valorizzare i rifiuti
prodotti in stretta collaborazione con le amministrazioni provinciali nel solco delle iniziative già varate in passato dalla Regione per le quali sono già stati stanziati, dal
1995 a oggi, oltre 71 milioni di euro.

Leggi Anche
Scrivi un commento