3° Seminario sull’innovazione in microbiologia al servizio della sicurezza alimentare

3° Seminario sull’innovazione in microbiologia al servizio della sicurezza alimentare

La sicurezza alimentare oggi è diventata una priorità a livello mondiale e rappresenta una sfida maggiore per le aziende del settore agroalimentare che devono essere in grado di
assicurare in ogni momento la qualità dei loro prodotti. E’ oggi sempre più necessario ricorrere a processi tecnologici, organizzativi e di controllo per poter garantire il massimo
livello di sicurezza alimentare.

In quest’ottica, il laboratorio di prova deve essere in grado di attuare analisi con un approccio globale che garantisca certezza del dato analitico, riproducibilità dei risultati,
rapidità di risposta, rilascio anticipato degli stock.

Il Seminario si svolgerà il 6 maggio 2009 presso il Campus Universitario di Parma, e sarà articolato in tre sessioni dedicate ai seguenti argomenti:

Sessione 1
Sicurezza alimentare e regolamentazione europea

Sessione 2
Tossinfezioni alimentari emergenti

Sessione 3
Nuove tecnologie in microbiologia per la sicurezza alimentare

Le sessioni vedranno l’intervento di esperti sia italiani che stranieri e saranno coordinate rispettivamente dal Dr. Agostino Macrì, Direttore del Dipartimento di Sanità Pubblica
Veterinaria e Sicurezza Alimentare dell’Istituto Superiore di Sanità di Roma, dal Prof. Carlo Chezzi, Pro Rettore Vicario e Direttore del Dipartimento di Patologia e Medicina di
Laboratorio dell’Università degli Studi Parma, dalla Prof.ssa Rosangela Marchelli, Preside della Facoltà di Agraria dell’Università degli Studi di Parma.

Parteciperanno inoltre il Rettore dell’Università di Parma Prof. G. Ferretti, la D.ssa Marta Hugas, Direttore Unità Biological Hazards (BIOHAZ) dell’Autorità Europea per la
Sicurezza Alimentare (EFSA) ed il Dr. Alexandre Mérieux, Direttore Generale Delegato di bioMérieux SA.

bioMérieux

Operatore mondiale nel campo della diagnostica in vitro da oltre 45 anni, bioMérieux è presente in più di 150 paesi attraverso 38 filiali ed un’ampia rete di distributori.
Nel 2008, il fatturato di bioMérieux ha raggiunto i 1,111 miliardi di euro, di cui l’84% realizzato sui mercati internazionali.

La partecipazione al Seminario è gratuita.

Leggi Anche
Scrivi un commento