Obama vuole più sicurezza alimentare

Obama vuole più sicurezza alimentare

Gli Stati Uniti vogliono cibo di qualità e sono pronti a prendere le misure necessarie. E’ quanto emerge dalle azioni di Barack Obama, che ha proceduto a rafforzare la FDA (Food and Drug Administration, l’organismo che controlla i cibi ed i farmaci di largo consumo), nominando due nuovi commissari ed annunciando
ulteriori misure di potenziamento. Per il neo-eletto presidente, la FDA attuale è sottodimensionata; per svolgere al meglio la sua funzione di
tutela, sarà rafforzata con più risorse, più personale, e più mezzi; tra l’altro, è stato creato un gruppo apposito di esperti, che fa capo congiuntamente ai
ministeri della Sanità e dell’Agricoltura, in modo da avere un maggior coordinamento delle diverse agenzie che si occupano dei controlli.

E, per convincere i cittadini americani della correttezza del progetto, Obama non ha usato mezze misure: «La sicurezza alimentare è una cosa che prendo molto sul serio, non solo come
vostro presidente, ma come genitore; negli ultimi anni abbiamo avuto un numero crescente di problemi legati al cibo arrivare sui tavoli delle nostre cucine (in particolare, il presidente ha fatto
riferimento a tre casi di problemi alimentari: spinaci contaminati nel 2006; un allarme salmonella dovuto alla produzione di peperoncino nel 2008 e, più di recente, una serie di malattie causate dalla diffusione e dalla vendita di merendine e gelati prodotti con burro d’arachidi). Mia figlia Sasha, che ha 7 anni, mangia almeno tre volte la settimana merendine a base di burro di arachidi. Nessun genitore dovrebbe avere la
preoccupazione che i propri figli possono ammalarsi a causa delle medicine o dei cibi che mangiano a pranzo». Per questo è necessario un intervento, e questo intervento spetta al
governo.

Sarà perciò compito della nuova FDA aumentare gli standard di sicurezza nutrizionale e difendere bambini e genitori da sgradite sorprese
culinarie; in particolare, gli occhi saranno puntati sui cavalli di battaglia scelti dalla Casa Bianca, Margaret Peggy Hamburg e Joshua Sharfstein. Margaret Peggy Hamburg, 53 anni, considerata in
America un’ autorità per quanto riguarda la salute pubblica, è stata per sei anni commissario alla Sanità della città di New York, oltre ad aver ricoperto numerosi
altri incarichi istituzionali. Il suo vice, Joshua Sharfstein, 40 anni, è specializzato in particolare in programmi di prevenzione per la salute dei bambini e considerato a sua volta una
sorta di autorità nel suo settore.

                                                                                                                                 
Matteo Clerici

Leggi Anche
Scrivi un commento