15 settembre 2012: Inizia la raccolta del tartufo bianco d’Alba

15 settembre 2012: Inizia la raccolta del tartufo bianco d’Alba

I trifolau piemontesi, accompagnati dagli inseparabili cani da tartufo, possono iniziare a “scaldare i motori”. Da domani 15 settembre, fino al prossimo 31 gennaio 2013, inizia il periodo di
raccolta dei celebri tartufi bianchi d’Alba, i più pregiati tra i funghi ipogei.

La stagione avrà il suo momento centrale durante la Fiera Internazionale del Tartufo bianco d’Alba che sarà inaugurata sabato 6 ottobre – quasi un mese dopo l’inizio del
calendario di raccolta – proprio per garantire una maggiore abbondanza di tartufi e quindi prezzi più competitivi. Oggi in Italia, quello del tartufo, è un giro d’affari stimato
complessivamente in 400 milioni di euro per il fresco, conservato o trasformato, che coinvolge decine di migliaia di cercatori dotati di regolare patentino.

“Dopo un’estate arida, che aveva destato in noi qualche preoccupazione, il clima umido e le piogge costanti registrate nelle zone di raccolta durante la prima settimana di settembre ci fanno
ben sperare per la stagione, afferma Mauro Carbone, Direttore del Centro Nazionale Studi Tartufo. “Del resto per permettere al Tuber magnatum Pico il giusto sviluppo è necessario che il
terreno di produzione sia fresco e umido sia nelle fasi di germinazione che in quella di maturazione”

A cui fa eco Mario Aprile, Presidente dell’Unione delle associazioni Trifolao del Piemonte: “A differenza dello scorso anno, dove la siccità l’ha fatta da padrone per tutto il mese di
settembre, le piogge hanno bagnato bene il terreno, ora c’è solo bisogno di un po’ di sole per farli crescere e maturare. Anche per questo, nei primi 15 giorni di raccolta, i cercatori
si dedicheranno soprattutto all’addestramento dei cani da tartufo, fermi ormai da alcuni mesi.”

“CINEMA E TARTUFO”: UN TEMA INEDITO FA DA CORNICE ALLA CELEBRE KERMESSE ALBESE

Giunta alla sua 82ª edizione, la Fiera Internazionale del tartufo bianco d’Alba, in programma nel borgo piemontese dal 6 ottobre al 18 novembre, richiama turisti da ogni parte del mondo,
attratti dal profumo inebriante del prezioso oro del bosco.

Quest’anno il tema centrale della manifestazione sarà il rapporto tra mondo del cinema e Tuber magnatum Pico: da Rita Hayworth a Marilyn Monroe, da Alfred Hitchcock a Sophia Loren, le
più celebri stelle della storia del cinema sono state contagiate dalla passione per questo inimitabile fungo. Un legame speciale raccontato anche attraverso l’inedita mostra “Cinema
& Tartufo”
che descriverà le più significative apparizioni del tartufo sul grande schermo.

Ma non solo. Per sei settimane eventi enogastronomici, folkloristici e culturali accenderanno i riflettori sulla città di Alba e più in generale sul territorio di Langhe e Roero.
Su tutti l’Asta Mondiale del tartufo: l’11 novembre Il Castello di Grinzane Cavour si collegherà via satellite con Hong Kong dove una platea di “generosi gourmet” si contenderà
preziosi esemplari del tartufo bianco di Alba.

Redazione Newsfood.com+WebTv

Leggi Anche
Scrivi un commento