12 MILIONI DI EURO PER LA DOMICILIARITÀ DEGLI ANZIANI NON AUTOSUFFICIENTI

Su iniziativa dell’assessore al Welfare, Teresa Angela Migliasso, la Giunta regionale, ha deliberato lo stanziamento di 12 milioni di euro per interventi a sostegno della
domiciliarità degli anziani non autosufficienti.

I finanziamenti, destinati ai Soggetti gestori delle funzioni socio-assistenziali, sono finalizzati all’erogazione di servizi per favorire il mantenimento a domicilio degli anziani non
autosufficienti, sostenendo anche i familiari nella loro attività di cura e assistenza.

In particolare, le risorse andranno a finanziare:

– interventi economici a sostegno della domiciliarità (ad esempio assegni di cura, buoni servizio, affidamenti diurni, contributi alternativi al ricovero)

– assistenza a domicilio da parte di operatori socio-sanitari

– ricoveri di sollievo, attraverso i quali è possibile inserire, per un periodo definito, un anziano non autosufficiente in una struttura residenziale, consentendo così
uno spazio di «sollievo» a coloro che svolgono continuativamente la funzione di cura

– semiresidenzialità: centri per l’accoglienza diurna

I fondi saranno ripartiti fra gli Enti gestori in base alla percentuale di popolazione ultrasettantacinquenne rispetto al totale regionale.

«Con l’invecchiamento della popolazione – dichiara l’assessore Migliasso – cresce la domanda di assistenza. Questo provvedimento, oltre a rappresentare una risposta alle complesse
necessità delle persone anziane non autosufficienti e delle loro famiglie, vuole garantire il diritto a permanere al proprio domicilio ricevendo tutto il supporto
necessario».

Leggi Anche
Scrivi un commento