Zaratti: la regione Lazio impegnata per lotta cambiamenti climatici

Lazio – “Lo studio redatto dall’Enea propedeutico per l’integrazione e l’aggiornamento del Piano Energetico Regionale si pone l’obiettivo di definire le condizioni idonee per lo sviluppo
di un sistema energetico regionale sempre più rivolto all’utilizzo delle fonti rinnovabili e all’uso efficiente dell’energia come strumenti centrali per una maggiore tutela ambientale”.

Lo afferma in una nota Filiberto Zaratti, Assessore all’ambiente della Regione Lazio. ” L’inasprimento delle conseguenze sull’ambiente dei cambiamenti climatici attribuibili alla crescita dei
consumi energetici e all’immissione nell’atmosfera di gas climalteranti prodotti dai combustibili fossili, pone l’urgenza di aggiornare il Piano Energetico Regionale con l’individuazione di
tecnologie e modelli di intervento innovativi capaci di allinearsi con gli obiettivi assunti in sede comunitaria”.

“Il forte impulso per la ricerca e l’innovazione tecnologica in materia di energia, può favorire la crescita di nuove imprese e nuova occupazione rilanciando lo sviluppo sostenibile in
questo settore – dice Zaratti – Colgo con soddisfazione che all’interno del documento siano state considerate strategiche le azioni assunte dall’Assessorato all’Ambiente nel campo delle
rinnovabili. A questo scopo abbiamo stanziato fondi per oltre cento milioni di euro, per lo sviluppo delle fonti rinnovabili e nel prossimo quinquennio saranno disponibili per le nuove fonti
d’energia 74 milioni di euro di fondi strutturali in attuazione del Piano Operativo Regionale (Por)”.

“Nel campo della ricerca – prosegue Zaratti – con venti milioni di euro sosteniamo il polo tecnologico sul fotovoltaico organico in collaborazione con l’Università di Roma “Tor Vergata”,
quello sull’idrogeno di Civitavecchia e quello sulla mobilità sostenibile di Cisterna di Latina. Si tratta di tre poli tecnologici di eccellenza che interessano anche altre Regioni come
quella Piemonte con la quale firmeremo a giorni un accordo di collaborazione proprio sul fotovoltaico organico”.

“Per quanto riguarda la diffusione delle rinnovabili sul territorio – conclude Zaratti – oltre al programma tetti fotovoltaici, abbiamo avviato il programma d’incentivi per il solare termico
con un stanziamento 1.600.000 euro e presto partirà il fondo di rotazione rivolto alle imprese ed ai cittadini per facilitare l’accesso al credito per investimenti nel settore delle
rinnovabili”.

Leggi Anche
Scrivi un commento