Vulcano: Coldiretti, a terra Made in Italy alimentare per 10 mln

Vulcano: Coldiretti, a terra Made in Italy alimentare per 10 mln

L’arrivo della nube vulcanica sull’Italia rischia di far rimanere a terra oltre ai passeggeri anche le merci come i prodotti alimentari per un valore di 10 milioni di euro con gravi danni
soprattutto per le specialità piu’ deperibili come frutta, pesce, fiori e mozzarella. E’ quanto stima la Coldiretti in riferimento all’arrivo sopra l’Italia di una parte della nube di
polveri del vulcano islandese Eyjafjallajokul che secondo gli esperti ha una attività eruttiva simile a quella di metà aprile quando il caos nei voli durò una
settimana.

Nell’alimentare sono soprattutto i prodotti ad alto valore aggiunto come i vini ad utilizzare questo mezzo di trasporto che però diventa necessario anche per consentire ai prodotti
deperibili come le fragole e le mozzarelle, di raggiungere rapidamente i mercati esteri mantenendo la freschezza. Effetti di una eventuale cancellazione dei voli sono prevedibili anche sul piano
delle importazioni con la temporanea interruzione dell’arrivo dei prodotti ittici piu’ comuni provenienti dall’estero come il pangasio del Vietnam, il persico del Nilo, la cernia africana e il
tonno dell’Oceano Indiano, secondo un’analisi di “Impresa Pesca” (Associazione nazionale della pesca e dell’acquacoltura) della Coldiretti.

Anche il flusso di frutta fuori stagione ed esotica, dalle susine all’ananas del Ghana come pure le rose provenienti dal Kenya sono destinate ad essere colpite dal caos nei voli, come avvenuto in
passato. Lo stop alle importazioni non influenzerà comunque la disponibilità a livello nazionale poiché l’Italia – conclude la Coldiretti – è all’avanguardia nella
coltivazione di fiori e piante come pure in quella ortofrutticola con l’arrivo sul mercato in questo momento delle primizie di stagione, mentre esiste una abbondante e variegata offerta di pesce
proveniente dai mari italiani di ottima qualità al giusto prezzo.

Leggi Anche
Scrivi un commento