Vitae, il vino rosso amato da Madonna

Vitae, il vino rosso amato da Madonna

Dall’arte dei Battistella nasce uno speciale vino rosso, così particolare da essere stato scelto da Madonna come bevanda della giovinezza.

E’ Vitae: da tempo conosciuto agli intenditori, è stato presentato al pubblico durante la 47° edizione di Vinitaly.

Come spiegano i creatori, un bicchiere di Vitae vanta una quantità di antiossidanti, polifenoli amici della salute, pari a sette bicchiere di vino normale. E questo per il procedimento
particolare a cui è sottoposto. Punto di partenza, una constatazione: i polifenoli sono un sistema di difesa della vite contro presenze nocive.

Perciò, i produttori iniziano a fare in modo che che ciascuna pianta di vite abbia al massimo due chili e mezzo di uva, di fatto tre o quattro grappoli per ogni vite. In seguito, la
pianta viene messa a contatto con cinerea, una muffa nobile non nociva: sentendosi aggredita, questa produce polifenoli.

Ulteriore passo, una procedura che precede la vendemmia, due mesi prima circa: le foglie vengono tolte dalle viti che, colpite dal sole, producono un altra dose extra di polifenoli, al fine di
sopravvivere.

Ultima mossa, a vendemmia ultimata: si taglia il tralcio fruttifero e la pianta, sentendosi minacciata, secerne un’ulteriore dose di polifenoli.

Vi sarebbe una misura in più ma i Battistella, che hanno lavorato con un team di biochimici e medici, non la divulgano: è il segreto che dà il tocco finale, conquista i
consumatori (anche i big come la signora) e tiene lontana la concorrenza.

Matteo Clerici

Leggi Anche
Scrivi un commento