Vino, musica e arti visive alla Cantina Michele Satta di Bolgheri (LI)

Vino, musica e arti visive alla Cantina Michele Satta di Bolgheri (LI)

Che la formula di abbinare il bello al buono è indovinata e quindi vincente lo dimostra il concerto che il 15 luglio, con inizio alle 21,30, è in programma alla Cantina Satta di Bolgheri in abbinamento al nuovo vino “Syrah”. Siamo alla 3.a manifestazione del genere che ha luogo nella
Maremma del Carducci, a due passi dal lungo viale dei cipressi poeticamente rievocato dal vate e a ridosso di una bella oasi faunistica che s’affaccia sul Tirreno.

Questa volta sono di scena la pianista e compositrice Rita Marcotulli (premiata lo scorso anno con il “Davide di Donatello” per la composizione sonora
del film “Basilicata Coast to Coast” e come migliore artista al “Top Jazz” 2011) e il percussionista nonché mago della musica elettronica Michele
Rabbia
. Daranno vita ad un concerto unico -composto per l’occasione- registrato dal vivo da RareNoise Records di Londra.

La parte scenica, all’interno della Cantina, sarà curata da Petulia Mattioli, creatrice anche dell’etichetta “del nettare di Bacco” prodotto dalla Vigna Nuova del “Semetipusm 2012” che
verrà imbottigliato a novembre in 200 Magnim. Della stessa pittrice sono le etichette del “Semetipusm 2011″e 2010 , bottiglie quest’ultime, che potranno essere acquistate al termine del
concerto con abbinato il libretto di presentazione.

Per Michele Satta, un settetrionale “sbarcato” per lavoro nella terra del Sassicaia e dell’ Ornellaia s’è trattato di un lungo cammino che
partendo dai grandi mercati ortofrutticoli della Costa Etrusca, con l’amaro in bocca per i molti sprechi dovuti al non venduto, l’ha portato a privilegiare il prodotto -da fare con le proprie
mani- e che col tempo è destinato ad acquistare sempre più valore. Nasce così la sua passione per il vino e la costate ricerca di avere una qualità eccelsa,
così come quella di dare un nuovo ruolo alla Cantina che deve essere non solo posto d’assaggio e di contrattazione ma luogo di piacevole incontro e di cultura.

Fare del buon vino non è forse anch’esso arte, studio, preparazione, approfondimento?

Se a Milano stanno prendendo sempre più spazio le sfilate di moda accompagnate dalla degustazione dei nostri spumanti di alto pregio, dando così risalto alla creatività del
nostro Paese, è significativo che proprio, in quel di Bolgheri, Satta da tre anni abbia intrapreso una strada che di anno in anno richiama artisti di livello internazionale e estimatori
del buon bere.

Nel 2010 Harold Budd (il famoso pianista) insieme a Eraldo Bernocchi dette vita ad un esclusivo cru Sangiovese 2008 con accordi rimasti famosi. L’ anno scorso fu la tromba di Nils Petter
Molvaer a dare tono al Viognier 2010. Quest’anno come abbiamo detto sarà la volta della pianista Rita Marcotulli e del percussionista Michele Rabbia col vino “Syrah”.

Prosit per tutti !

Informazioni: 0565 773041

Bruno Breschi
Newsfood.com

Leggi Anche
Scrivi un commento