“Vino Forum Roma”: In programma dal 3 al 18 giugno 2011

“Vino Forum Roma”: In programma dal 3 al 18 giugno 2011

Anche quest’anno durante le calde serate estive romane ci sarà “Vino Forum” alla sua 8° edizione dal 3 al 18 Giugno 2011, saranno più di
10.000 i metri quadrati che ospiteranno questa manifestazione, organizzata tra lungotevere Maresciallo Diaz e il viale del Ministero degli Affari Esteri vicino al villaggio Olimpico.

Denominata quest’anno “Lo spazio del Gusto” questa area rappresenta il luogo dove incontrare l’alta enogastronomia con i sapori e i gusti che la
caratterizzano e la rappresentano. Un vero e proprio viaggio nel gusto, tra gli stands e gli espositori del settore, durante il quale non solo si conosce, ma si apprezza e si assaggia, un
ottimo prodotto sia italiano sia internazionale con più di 500 aziende che presentano 2500 etichette.

Quest’anno “Vino forum” è ricco d’iniziative ed eventi che non solo attraggono e invogliano chi è già appassionato del settore, ma sensibilizzano ed incuriosiscono anche
chi per la prima volta si avvicina al mondo del vino. I visitatori muniti di sacchetta al collo e bicchiere possono fare degustazioni libere stand dopo stand o divertirsi in corsi di
avvicinamento al vino promossi anche dall’Associazione Italiana Somelier di Roma; la quale promuove un corso intitolato “L’Arte del bere giusto”
articolato in 5 lezioni teorico-pratiche al termine delle quali i partecipanti riceveranno un’attestato di partecipazione da parte proprio della stessa Associazione Italiana Somelier.

Un’azienda vinicola che si guadagna un posto importante in questa iniziativa enogastronomica è il “Castello Banfi” che è stato nominato a
Vinitaly 12 volte Miglior Cantina Italiana per aver saputo coniugare imprenditorialità, qualità, tradizione sempre nel massimo rispetto del territorio, vincendo anche il “Premio
Internazionale del Vino 2010”.

Adagiata tra i fiumi Orcia e Ombrone, la tenuta Banfi si estende nel versante sud-occidentale del comune di Montalcino con i suoi 2.830 ettari di proprietà di cui un terzo coltivati a
vigneto specializzato. Oltre al Sangiovese e al Moscadello, i due antichi e tradizionali vigneti della zona sono presenti le principali varietà nobili internazionali che si sono
perfettamente inserite in questo habitat.

La composizione del terretorio di Montalcino e il suo particolare microclima ispirano la produzione della linea “Castello Banfi” vini di alti pregio e si strordinaria qualità, prodotti
solo con uve selezionate e raccolte esclusivamente dai vigneti dell’azienda, questi vini uniscono perfettamente le tecniche più innovative all’antica tradizione enologica.

Il “Rosso di Montalcino DOC” è uno dei prodotti di nicchia del “Castello Banfi” dal colore rosso bruno intenso con dei riflessi che, si intravedono versandolo, tendono al violaceo dal
profumo fresco fruttato ed intenso, in bocca è morbido e il suo gusto provandolo avvolge a lungo il palato.

Un altro prodotto che vale la pena nominare e che caratterizza questa favolosa azienda è il “Chianti Superiore” preodotto con uve tradizionali del
Chianti con forte predominanza di Sangiovese, provenienti da vigneti di proprietà situati a sud del comune di Montalcino.

La sua fermentazione è mediamente breve (circa 8 giorni) ed avviene a temperatura compresa tra i 25° e i 30° gradi, a fermentazione alcolica e malolattica completata seguono dai
4 ai 5 mesi di invecchiamento in botti di rovere francese; l’evoluzione si completa dopo l’imbottigliamento. Caratteristica di questo vino è il suo colore rosso rubino, e il suo profumo
che ricorda note fruttate di violetta, ciliegia e prugna. Il suo sapore come la maggior parte dei rossi di Montalcino è persistente ed avvolgente, si abbina bene con i primi piatti e
carni bianche alla griglia.

Tra le novità di quest’anno qui a “Vinoforum” è la presenza di aziende e prodotti di alta qualità alimentare che fanno da cornice all’indiscusso protagonista della
manifestazione: a cominciare dalla Birra artigianale di “Mr Malto” primo birrificio nato in Ciociaria dalla passione da un pizzico di incoscienza
giovanile dovuta all’età dei componenti dello staff di Mr Malto, i salumi “Negroni” con la loro campagna “momenti d’autore” dedicata a chi vive il
cibo come puro piacere, passione e voglia di scoprire gusti nuovi.

Per continuare con la “Fabbrica della pasta di Gragnano” con la sua unica e pregiata pasta formato “gigante” legata alle vecchie tradizioni, le varie
prelibatezze aromatizzate al tartufo di Giuliano Tartufi, il “Caciofiore” presidio “Slow Food” della condotta di
Bracciano e prodotto dell’Associazione Formaggi Storici della Campagna Romana, i favolosi “Pistacchi del Bronte” con il gelato al gusto pistacchio della
“Gelateria dei Gracchi” a Roma e per finire una nuova bevanda analcolica chiamata “figa” a base di succo di
frutta e Guaganà che unisce alle note proprietà delle piante di Guaganà, provenienti dell’ Amozzonia, le vitamine e i sali minerali del succo di frutta.

“Vino Forum” offre cosi anche quest’anno ai visitatori romani e non l’opportunità di entrare ancora una volta a contatto con prodotti e produttori regionali ed italiani, dando loro il
modo e la possibilità di apprezzare, conoscere, degustare, scegliere e saper abbinare un prodotto di grande qualità per il quale la nostra penisola va fiera.

Valentina Colapietro
Newsfood.com

Leggi Anche
Scrivi un commento