Vino, Cavit acquista la maggioranza della cantina Kessler

Vino, Cavit acquista la maggioranza della cantina Kessler

Se l’Italia è in crisi, il vino è in piena salute. E’ il caso di Cavit: la cooperativa trentina non solo mantiene i propri livelli di produzione, ma acquista la quota di
maggioranza (50,1%) di Kessler, la storica cantina della regione del Baden Wurttemberg, Germania meridionale.

Nata nel 1826, Kessler è specializzata nella produzione e commercializzazione di spumante: bottiglie da 75 cm, 1.000.000 all’anno, per un fatturato di 5 milioni di Euro. Grazie al legame
con la coop italiana, l’azienda tedesca otterrà know how, risorse economiche e nuovi piani di sviluppo, del brand e della potenzialità. A livello di catena di comando, poi, Cavit
presiederà il consiglio di amministrazione della società tedesca mentre la gestione operativa dell’azienda resterà affidata al management attuale, che opererà in
costante accordo con il management trentino

Adriano Orsi, presidente Cavit, mostra così soddisfazione: “L’importanza del mercato tedesco per la spumantistica e l’opportunità di un ulteriore canale di valorizzazione delle
uve Chardonnay dei nostri soci sono state le motivazioni principali che ci hanno portato a questa operazione. Abbiamo potuto cogliere questa opportunità grazie alla solidità
finanziaria di Cavit”.

Matteo Clerici

Leggi Anche
Scrivi un commento