Vinitaly, spazio anche al vino biologico e biodinamico

Vinitaly, spazio anche al vino biologico e biodinamico

Vinitaly, accoglie il vino biologico e biodinamico. La fiera di Verona darà spazio a tali produzioni a Vivit- Vigne Vignaioli Terroir, salone ospitato al primo piano del Palaexpo –
Ingresso A.

All’interno, 127 produttori, italiani ed europei, pronti a catturare l’attenzione dei visitatori. Ad esempio, con le degustazioni guidate, dove il Master of wine insegnerà a degustare
l’etichetta in questione. O dove si può parlare con chi di vino ci vive, vuoi i produttori od altre figure professionali.

Il salone ha il suo momento più alto martedì 27 marzo, con il ciclo di conversazioni dal titolo “La natura del vino” nella sala Tulipano al piano -1 del Palaexpo.

Alle 10 inizia il corso/degustazione “Introduzione ai vini naturali”: riservato a sommellier e ristoratori, viene condotto dalla Master of Wine Isabelle Legeron.

Alle 11.30, ecco “La verità del gusto” degustazione guidata da Nicolas Joly, produttore francese ed autorità riconosciuta nel campo della biodinamica del vino.

Alle 12.40 “Il valore del marchio Demeter e il nuovo disciplinare per i vini biodinamici a marchio Demeter in Italia”, diretto da Marco Serventi, vicepresidente dell’Associazione.

Chiusura alle 15.30 con la degustazione “Gustare, ascoltare, vedere con il vino”. A condurla, la coppia formata dal musicista e scrittore Giovanni Bietti e dal dal regista sommelier giornalista
Jonathan Nossiter, autore tra l’altro del film Mondovino in concorso al Festival di Cannes nel 2004.

Matteo Clerici

Leggi Anche
Scrivi un commento