Vercelli: Quattro aziende del territorio vercellese prenderanno parte a Vinitaly 2009

Vercelli: Quattro aziende del territorio vercellese prenderanno parte a Vinitaly 2009

Vercelli – La Provincia di Vercelli prenderà parte alla 43esima edizione di “Vinitaly”, Salone Internazionale del Vino e dei distillati” che si terrà a Verona dal 2 al 6
aprile e che si può considerare la manifestazione di riferimento dell’universo enologico.

“The world we love”, il mondo che amiamo, è il motto prescelto dagli organizzatori, il vino prima di tutto, ma anche la qualità, il territorio, l’ambiente e la sua tutela, gli
uomini e le loro sfide, il luogo dove ogni anno chi ama questo mondo si incontra.

Vinitaly si conferma leadership internazionale grazie alla capacità di creare un sistema di iniziative ed eventi che ha trasformato l’esposizione di vini da semplice vetrina a rete di
contatti tra gli operatori specializzati.

Il Consorzio Tutela Nebbioli Alto Piemonte ha offerto l’opportunità all’Assessorato all’Agricoltura di condividere uno spazio per sfruttare le capacità comunicative verso
l’obiettivo comune di promuovere la produzione vitivinicola anche per le aziende meno note che necessitano di una maggiore visibilità al di fuori dell’ambito regional.

Ricordiamo inoltre che Vinitaly ospita ogni anno 4.300 espositori su una superficie di circa 86 mila mq, ed è l’unica rassegna che si rivolge all’intera tipologia degli operatori del
comparto: produttori, importatori, distributori, ristoratori, tecnici, giornalisti, opinion leaders.

Le aziende del territorio vercellese che vi prenderanno parte sono: l’Agricola Antoniolo, l’Agricola Paride Iaretti, l’Agricola Travaglini e l’Agricola La Ronda di Lodovico Barboni.

“L’importanza della manifestazione – sottolinea l’Assessore all’Agricoltura Massimo Camandona – è cresciuta nel tempo, parallelamente allo sviluppo del settore enologico, contribuendo a
rendere il mondo del vino una delle realtà più rilevanti e dinamiche del panorama delle produzioni agricole. In questo contesto ha certamente un ruolo ben definito la viticoltura
del nostro territorio che ha saputo emergere grazie al perseguimento progressivo e costante degli obiettivi di qualità”.

Leggi Anche
Scrivi un commento