Veneto: Prossime le audizioni per le denominazioni Doc e Docg del Prosecco di Valdobbiadene e dei Colli Asolani

Veneto: Prossime le audizioni per le denominazioni Doc e Docg del Prosecco di Valdobbiadene e dei Colli Asolani

Venezia – Appuntamenti “storici” per il Prosecco, sabato 14 marzo prossimo: il Comitato nazionale per la tutela e la valorizzazione delle denominazioni di origine e delle indicazioni
geografiche tipiche dei vini ha infatti programmato per quella giornata le pubbliche audizioni relative alle richieste di riconoscimento e di approvazione del relativo disciplinare per le nuove
DOCG “Conegliano Valdobbiadene” e “Colli Asolani” e per la nuova DOC “Prosecco”.

La Sala Borsa della Camera di Commercio di Treviso ospiterà gli appuntamenti riguardanti le Denominazioni d’Origine Controllata e Garantita: alle 9 per la DOCG “Colli Asolani o Asolo” e alle 11 per la DOCG “Conegliano Valdobbiadene”. La pubblica audizione relativa alla nuova DOC
“Prosecco” è invece in programma nella sede del Collegio Brandolini Rota di Oderzo, alle ore 14,30.

“Siamo ormai ad una svolta cruciale nel percorso costruito per tutelare il Prosecco a livello mondiale contro le imitazioni che sfruttano il successo ottenuto dal coraggio e dal lavoro dei
nostri viticoltori e in generale di quelli del Nord Est – ha fatto presente il vicepresidente della Giunta regionale Franco Manzato – che a partire soprattutto dal trevigiano hanno dato il via
ad una enologia eroica e ad un grande fenomeno spumantistico, enologico e di gusto, partendo da un uva spesso snobbata in passato. Oggi il Prosecco è il vino più famoso del
Veneto, e in molti mercati internazionali, in primo luogo negli USA, ha superato lo Champagne nell’apprezzamento dei consumatori. Il tragitto avviato con i produttori e le istituzioni locali
punta a difendere questa realtà legando il nome del vino a quello del territorio, e nello stesso tempo a riconoscere la storia e il valore aggiunto delle aree dove questo vino
DOC ha saputo ottenere i migliori risultati di qualità e prestigio”.

Leggi Anche
Scrivi un commento