Varese: Pedemontana, verifica dello stato di avanzamento del progetto definitivo

 

L’iniziativa è stata promossa da Provincia di Varese – Assessorato al Territorio.

Saranno presenti:

Dario Galli, Presidente della Provincia di Varese; Carlo Baroni, Assessore provinciale al Territorio e Grandi Opere; l’Assessore regionale alle Infrastrutture Raffaele Cattaneo;
il Presidente Autostrada Pedemontana Lombarda Fabio Terragni; l’Amministratore delegato Concessioni Autostradali lombarde Antonio Giulio Rognoni; i Sindaci della provincia di
Varese, i rappresentanti delle Associazioni socioeconomiche del territorio.

«Con tutti gli scongiuri del caso, sembrerebbe che si sia ormai arrivati alla partenza di questo importantissimo cantiere, come sarà confermato nell’incontro a Villa
Recalcati. L’opera – ha dichiarato il Presidente della Provincia di Varese Dario Galli – è ovviamente fondamentale per la nostra provincia e per tutta la fascia
centro-settentrionale lombarda. L’appuntamento dell’Expo, per quanto non direttamente collegato all’esecuzione dell’opera, farà sicuramente da riferimento
ultimo per il completamento della stessa. Siamo quindi veramente fiduciosi nel fatto che questa volta la Pedemontana arriverà sul serio. Si sta comunque lavorando sulle altre
opere essenziali per il territorio, quali la Varese-Como-Lecco e il rafforzamento della Varesina. Certo, il tutto sarebbe enormemente più facile con una differente situazione
statuale. Ricordiamo, infatti, che tutte queste opere, attese da anni e dal costo complessivo di una manciata di miliardi di euro, sono quantificabili all’incirca in qualche
settimana di gettito fiscale lombardo».

«Pedemontana è un’opera molto importante e tanto attesa da tutto il territorio – ha dichiarato l’Assessore al Territorio Carlo Baroni – per questo credo sia
opportuno illustrare il crono programma di avvicinamento all’apertura dei cantieri, che resta fissato per il 10 marzo 2010. L’attenzione della Provincia di Varese per le
opere del territorio è grande e c’è anche la volontà di condividere tutte le scelte con le amministrazioni locali per trovare soluzioni compatibili anche
sotto il profilo ambientale»

 

Leggi Anche
Scrivi un commento