Valle dell’Acate: il vino che regala allegria anche a Maputo

Valle dell’Acate: il vino che regala allegria anche a Maputo

Gaetana Jacono Gola ha consegnato gli strumenti restaurati ai ragazzi al Music Fund in Mozambico

Volete avere un’idea di cosa può fare il vino per fare stare bene la gente? Basta guardare la foto che ci ha girato Gaetana Jacono Gola, per sintetizzare “la conclusione di un anno ricco di incontri, tutti all’insegna della convivialità e dell’amicizia, complice il nostro vino”. E cioè, il Music Fund a Maputo, capitale del Mozambico, dove la sua azienda, Valle dell’Acate, ha consegnato gli strumenti restaurati ai ragazzi che si vedono nella foto. “Foto che si commenta da sola – aggiunge la signora Gaetana -. La mia gioia è pari alla loro. E questo grazie al vino che è sempre capace di aprire porte nuove, in tutte le parti del mondo”.

Festa a Maputo

Festa a Maputo

 

Non è solo questa iniziativa a concludere il 2016 di Valle dell’Acate, la bella azienda vinicola ragusana ubicata in un sito di grande valore archeologico, di cui Gaetana Jacono Gola è, secondo noi, “motore” di iniziative, più che titolare.

Per fare conoscere meglio le terre siciliane, per esempio, ha messo insieme un grande vino prodotto in tiratura limitata (1000 bottiglie nell’annata 2013), “Rusciano Valle dell’Acate Sicilia doc Syrah”; i dolci di una storica pasticceria, Di Pasquale; le foto di un eccellente artista, Giuseppe Leone; una location storica, Palazzo dei Giureconsulti, di fronte al Duomo.

Rusciano e torta Savoia

Rusciano e torta Savoia

E ha portato Ragusa a Milano: uno sbarco davvero “regale”, visto che nell’antico Palazzo che si affaccia su piazza Mercanti e su piazza Duomo, la signora Jacono ha allestito il raffinato temporary “Dolci&Buoni” per fare degustare il suadente Rusciano, un rosso rubino con riflessi granati, dal profumo ricco di piccoli frutti, spezie e cioccolato e dal sapore caldo e vellutato, proposto in una scatola, “Far Sud”,  realizzata con la foto in bianco e nero del grande Giuseppe Leone che racconta un cielo di Ragusa con le colombe in volo.

E, poi, presentare i dolci della storica Pasticceria Di Pasquale, in particolare la torta Savoia in formato mignon secondo l’antica tradizione (fu realizzata il 24 dicembre 1713 quando Vittorio Amedeo II di Savoia fu incoronato a Palermo re di Sicilia): copertura cioccolato Domori e nocciole tonda gentile delle Langhe igp in unione al Pan di Spagna della casa Di Pasquale per avere un raffinato e profumato dolce che Leonardo Sciascia faceva spedire agli amici più cari e lo scrittore Guido Piovene definiva “la più bella torta della Sicilia”.

Valle dell'Acate e Di Pasquale

Valle dell’Acate e Di Pasquale

Accanto alla confezione “Far Sud”, c’erano tutti i vini della collezione “7 terre per 7 vini” di Valle dell’Acate, cioè, una ciotola di terra per dare l’idea del tipo di terreno presente in ogni vigna dell’azienda. E, cioè, i bianchi Insolia e Zagra, dal vigneto impiantato su terra gialla; il potente bianco Bidis su terra bianca; il Frappato da terra nera con ciottoli di colore bianco; Cerasuolo di Vittoria da terra rossa (Gaetana Jacono è ambasciatrice del consorzio di tutela di questo grande siciliano); Moro da terra nera; il Rusciano – il vino a tiratura limitata -, ottenuto da uve di una vigna impiantata su terra rosso arancio; Tanè su terra ocra. E, ovviamente, tutti i dolci di Di Pasquale.

Per le terre ragusane probabilmente è una vera fortuna poter contare su una imprenditrice come Gaetana Jacono Gola, visto che per tutte le sue iniziative a Milano sceglie sempre delle location fascinose e di grande richiamo storico e culturale.

Come, per esempio, l’antico Palazzo Serbelloni con i suoi saloni che traboccano di storia risorgimentale.

Il Teatro alla Scala dove il vino ha dimostrato di saper essere protagonista accanto alla grande musica, con progetti come Collisioni e il Festival Milano Musica.

Il grande design di Venini durante la Vendemmia di via Monte Napoleone, anche questa volta insieme ai dolci della grande tradizione siciliana rappresentata da Di Pasquale. In questa occasione, grazie ai vini di Valle dell’Acate, la boutique di Venini è stata una delle più visitate.
E, a proposito di mondo, la titolare di Valle dell’Acate segnala la medaglia d’oro conquistata al Sakura Japan Woman’s Wine Award. Senza dimenticarsi di avere realizzato forse il sogno di una vita: l’apertura di The House of Pairings all’interno della Casa del Gelso, presente al centro dell’azienda, punto di riferimento per scoprire un territorio straordinariamente ricco di suggestioni storiche, archeologiche, paesaggistiche ed enogastronomiche.
Tutto questo portato a Milano per fare conoscere le terre siciliane da una imprenditrice che vive a Milano, ma che trascorre molto tempo in Sicilia, adesso ancora di più, grazie al nuovo incarico di consigliere della Banca Agricola Popolare di Ragusa.

Michele Pizzillo
Newsfood.com

Leggi Anche
Scrivi un commento