Un’alimentazione sbagliata da giovani presenta il conto da adulti

Un’alimentazione sbagliata da giovani presenta il conto da adulti

Gli errori fatti da giovani si pagano (anche) da adulti. Chi durante l’età dello sviluppo consuma mola carne, molti latticini e poco verdure diventa più tardi maggiormente
soggetto all’accumulo di peso ed alla formazione di massa grassa.

E’ quanto sostiene una ricerca dell’Università di Calgary (Canada), diretta dalla dottoressa Raylene Reimer e pubblicata su “Nutrition and Metabolism”.

La squadra dell’Università di Calgary ha lavorato con topi da laboratorio, inizialmente tutti sottoposti alla stessa dieta di svezzamento. Dopodiché, i roditori sono stati divisi
in due gruppi: il primo ha seguito una dieta ricca di proteine (e priva di verdure e fibre), il secondo una dieta con molti zuccheri.

Come spiega la dottoressa Reimer, dopo 6 settimane di trattamento le creature del primo gruppo “Hanno mostrato un aumento di peso corporeo e una maggiore massa grassa in risposta a introiti
maggiormente calorici”. Tale fenomeno, continua l’esperta, è detto “adiposity rebound” ed indica come il cattivo allenamento del metabolismo durante la sua formazione porta una maggiore
facilità a metter su chili avanti negli anni.

Commenta Reimer: “In generale, sembra che una dieta a lungo termine ad alto contenuto di proteine, quando non corrispondente a consumi elevati di calorie, ha effetti negativi sulla massa
corporea, sugli ormoni e sui geni coinvolti nel metabolismo del glucosio e dei lipidi. Tuttavia, una dieta arricchita di fibre può fornire una migliore protezione”.

FONTE: Alannah D Maurer, Lindsay K Eller, Megan C Hallam, Kim Taylor, Raylene A Reimer, “Consumption of diets high in prebiotic fiber or protein during growth influences the response to
a high fat and sucrose diet in adulthood in rats”, Nutrition & Metabolism 2010, 7:77 (29 September 2010), doi:10.1186/1743-7075-7-77

Matteo Clerici

ATTENZIONE: l’articolo qui riportato è frutto di ricerca ed elaborazione di notizie pubblicate sul web e/o pervenute. L’autore, la redazione e la proprietà, non
necessariamente avallano il pensiero e la validità di quanto pubblicato. Declinando ogni responsabilità su quanto riportato, invitano il lettore a una verifica, presso le fonti
accreditate e/o aventi titolo.

Leggi Anche
Scrivi un commento