Un Mare di Sapori: L’evento conclusivo a Milano Marittima e a Cesenatico con i grandi chef stellati

Un Mare di Sapori: L’evento conclusivo a Milano Marittima e a Cesenatico con i grandi chef stellati

Bologna – Le grandi ricette della tradizione e gli straordinari prodotti tipici dell’Emilia-Romagna rivisitati  e proposti da alcuni tra i migliori chef della regione. Con due serate
di alta cucina, venerdì 11 e sabato 12 settembre alle ore 20, a Milano Marittina e a Cesenatico, è in arrivo l’appuntamento conclusivo di “Emilia-Romagna è un Mare di
Sapori”, la manifestazione voluta dall’Assessorato regionale all’agricoltura per promuovere il meglio dell’enogastronomia emiliano romagnola, con ricco calendario di eventi, degustazioni,
spettacoli che per tutta l’estate ha fatto tappa nelle principali località della Costa.

Undici tra i migliori cuochi emiliano romagnoli, tutti appartenenti all’Associazione “Chef to Chef emiliaromagnacuochi” proporranno dunque piatti a metà tra innovazione e tradizione che
nascono dal matrimonio fra le eccellenze dell’entroterra, le 26 DOP e IGP emiliano romagnole, e il pesce azzurro nostrano, in un incontro inconsueto, ma di grande suggestione tra terra e mare,
con l’accompagnamento dei migliori vini autoctoni regionali.  

Massimo Bottura, Vincenzo Cammerucci, Igles Corelli, Alberto Faccani, Gregorio Grippo, Pier Luigi Di Diego, Raffaele Liuzzi, Pier Giorgio Parini, Emanuele Pollini,Gian Paolo Raschi e Paolo
Teverini, saranno i protagonisti di una due giorni di alta cucina che si svolgerà al ristorante La Terrazza Bartolini e all’Osteria del Gran Fritto a Milano Marittima e alla colonia Agip
di Cesenatico.

La grande enogastronomia emiliano romagnola sarà anche al centro del convegno “Sale, saraghine e.bollicine”, che si svolgerà l’11 settembre a Cervia, ai Magazzini del Sale,
all’interno della manifestazione “Sapore di Sale”, dedicata al sale e ai suoi usi in cucina.  

“Emilia-Romagna è un mare di sapori” però non finisce qui. Dall’autunno, infatti, riprenderà il calendario di incontri con i ristoratori e albergatori della Costa per far
conoscere al grande pubblico questo patrimonio di “saperi e sapori”. Un patrimonio fatto di qualità delle materie prime, di distintività, di uno stretto legame con il territorio, di
una sapienza artigianale che affonda le sue radici in un passato lontano e che può diventare, oltre che un grande risorsa culturale, anche un importante elemento di attrazione
turistica.

Chef presenti a Cesenatico (Colonia Agip) e piatti   

  • Gregorio Grippo – La Buca, Cesenatico – Tartara di gallinella di mare, tuorlo d’uovo in bottarga e sorbetto al finocchio  
  • Gian Paolo Raschi – Guido, Miramare di Rimini – Saraghina’s salad  
  • Paolo Beverini – Ristorante Paolo Teverini, Bagno di Romagna – Cubetti di pasta fresca ai funghi di bosco mantecati al Parmigiano-Reggiano  
  • Igles Corelli – Locanda della Tamerice, Ostellato – Spaghetti alla chitarra freddi, verdurine, pesce dell’Adriatico, olio di Brisighella allo scalogno di Romagna  
  • Vincenzo Cammerucci – Lido-Lido, Cesenatico – Palamita con patate, cipolla rossa e bozzonaglia di tonno
  • Alberto Faccani – Magnolia, Cesenatico – Consistenze di pesca nettarina, biscotto all’olio e sfoglia di mandorla  

Chef presenti a Cervia (terrazza Bartolini  venerdì 11) e piatti   

  • Raffaele Liuzzi – Locanda Liuzzi, Cattolica – Cassoncini farciti allo sgombro affumicato e fritti, in guazzetto di squacquerone con erbette aglio olio e peperoncino   
  • Massimo Bottura – Osteria Francescana, Modena – Brodo chiarificato di pesce dell’alto Adriatico e fumo di griglia    
  • Pier Luigi Di Diego – Il Don Giovanni, Ferrara – Spaghetti alla saraghina e lime con pane bruscato al caffè  
  • Emanuele Pollini – Terrazza Bartolini, Milano Marittim-  Canocchie, papalina, basilico, emulsione di pomodoro ed olio di Brisighella   
  • Pier Giorgio Parini – Il Povero Diavolo, Torriana – Pesche dimenticate
Leggi Anche
Scrivi un commento