Umbria: Al via la 46° Edizione di “Nero Norcia” 2 week-end dedicati al Tartufo

Norcia (Pg) – E’ stato un anno avaro per i tartufi, ma Norcia non rinuncia alla tradizionale mostra del suo prezioso tubero (può costare più di mille euro al chilo)
che sarà arricchita dalla presenza di tanti altri prodotti tipici e da iniziative per riscoprire antichi mestieri. “Nero Norcia” – questo il nome della mostra mercato del
tartufo nero pregiato e dei prodotti tipici di qualità – tornerà nel doppio appuntamento del 20-22 febbraio e 28-1 marzo.

La 46/a edizione della rassegna è stata presentata a palazzo Donini da Giancarlo de Filippis, commissario straordinario del Comune di Norcia, e da Giorgio Menichini, della Epta
Confcommercio. Saranno circa duecento gli stand di espositori provenienti da tutta Italia, distribuiti in un vero e proprio “percorso cittadino” che permetterà ai
visitatori di degustare prodotti tipici della Valnerina, di rivivere momenti dell’antica vita quotidiana locale, di seguire convegni e partecipare a laboratori di cucina.

“Abbiamo cercato di mantenere una certa continuità con il passato – ha detto de Filippis – cercando di integrare al profilo eno-gastronomico anche cultura, musica e momenti di
incontro. “Portare a cultura il territorio – ha detto Menichini – è la sfida che ci siamo proposti quest’anno. Offrire ai visitatori momenti di gusto, di goliardia ma anche
culturali e di tradizione”. Una novità è l’ “Officina del gusto“, un laboratorio dove al prezzo di cinque euro si potranno seguire dei mini-corsi di cucina.

Avrà il compito non solo di valorizzare i prodotti e i piatti tipici nursini ma di far scoprire ai visitatori la storia di questi alimenti (tartufo, affettati, formaggi,
lenticchie
) rinomati in tutto il mondo. Gli antichi mestieri del maniscalco, del casaro, del norcino e del fabbro rivivranno fuori le mura della città con momenti di lavoro
dal vivo e gare di abilità, svolte in collaborazione con il Cedrav (Centro documentazione e ricerca Valnerina) e che coinvolgeranno anche il pubblico. Domenica primo marzo si
svolgerà “Prosciutto show, la fetta più trasparente” dove esperti norcini si sfideranno nel taglio della fetta più sottile e possibilmente più lunga
muniti solo di un coltello e tanta maestria.

Ci sarà anche una gara di “cava” del tartufo. Nei giorni della manifestazione sarà attivato un servizio di navetta gratuito che poterà i visitatori in centro
città. Nella Valnerina sono circa 400 i cavatori autorizzati e 200 i proprietari di tartufaie che dal 1 dicembre al 28 febbraio, cercano il pregiato tubero. Quest’anno la
disponibilità di tartufo nero pregiato è diminuita del 70% rispetto alla precedente stagione.

E’ un’annata – è stato detto – di poca quantità ma molta qualità. I prezzi oscillano dai 400 euro al kg per le pezzature più piccole sino a 1050-1100 euro
per i tuberi più grandi.

Ansa.it per NEWSFOOD.com

Leggi Anche
Scrivi un commento