UIPI Dichiarazione di Atene “ATHENS PROPERTY DAY” DECLARATION – 29 Gennaio 2016

UIPI Dichiarazione di Atene “ATHENS PROPERTY DAY” DECLARATION – 29 Gennaio 2016

UIPI Dichiarazione di Atene “ATHENS PROPERTY DAY” DECLARATION – 29 Gennaio 2016

A s s o e d i l i z i a
Property Owners’ Association Italy Milan

“ATHENS PROPERTY DAY” DECLARATION
“L’eccessiva tassazione che colpisce la Proprieta’ immobiliare e’ una patente violazione di un diritto umano riconosciuto sul piano internazionale”.

Achille Colombo Clerici presidente Assoedilizia dichiara : « Sul piano economico, e’ stato il primo passo che ha messo sotto scacco l’economia italiana. »

Athens, 29/30.1.2016

“ATHENS PROPERTY DAY” DECLARATION

Excessive Taxation upon Immovable Property is a
strong violation of an internationally recognized Human Right!
Many European countries with large sovereign debts have discussed and some have imposed excessively high tax liabilities on the ownership of real estate property.
During its General Meeting and the annual International Property Day celebration on 29/30 January, in Athens, Greece, the delegates of the Property Owners organizations – members of the International Union of Property Owners (UIPI) representing the views and interests of the property and home owners across 28 European countries, presided by their Chairman, Mr. Stratos Paradias (Greece), adopted unanimously the following

Declaration:

Politically: It is the duty of every citizen to contribute fairly to their national treasuries in accordance with the reasonable distribution of tax liabilities.

Fiscally: Regrettably, real estate property has always been considered by governments and tax authorities as an easy and safe fiscal target; a “sitting duck”. Today every Government must realise this is unsustainable. In a time of economic crisis, the ownership of real estate property does not produce any surplus value. Indeed in many countries, the income generated from property ownership has been dramatically diminished if not completely extinguished.
Socially: Property owners must not be victimised by excessive taxation on their real estate assets. Taxation should be related to the income generated from the ownership of property, and not to the mere ownership of an asset.
Financially: Excessive and unreasonable taxation on property investors, building owners and real estate development inevitably leads to a decline in the building of new property and a reduction in economic activity relating to real estate. National imbalances and employment are deteriorated because when private investments are discouraged, this reduces the offer of rented housing and generates need for public investment in social housing. High taxation absorbs the means to invest in refurbishment or renovation that are needed to reach the energy efficiency and greenhouse gas reduction targets. All this is the surest way of pushing already fragile economies deeper into recession.

Property is a Human Right: Imposing multiple and progressive taxes on the same real estate asset excessively penalises property owners and leads to properties being confiscated. If such taxation makes property ownership untenable, this is a strong violation of the nationally and internationally recognised right to own property that must be respected in every country as a fundamental Human Right.

In Greece: Greek authorities have already imposed extremely high annual taxation (ENFIA) on urban only, private real estate property. Plans are being considered for even higher annual taxation for those who already pay the most and for higher taxation for immovable property family donations, inheritances and transfers, as well as higher tax scales for what is left of their rental income. Furthermore, under the planned social security system landlords will receive lower pensions owing to general income criteria, while having to pay higher social contributions.  The UIPI states unequivocally that this proposed legislation is a clear violation of Human Rights.  It will destroy private property and the real estate market, in so doing severely damaging the economy and ruining lives…

Foto : Il presidente di Assoedilizia Achille Colombo Clerici

 

 

TRADUZIONE by Google:

Atene, 29 / 2016/01/30

DICHIARAZIONE “ATENE PROPRIETA’ DAY”

Tassazione eccessiva su di beni immobili sono un
forte violazione di un diritto umano riconosciuto a livello internazionale!
Molti paesi europei con grandi debiti sovrani hanno discusso e alcuni hanno imposto le passività fiscali troppo elevate sulla proprietà di beni immobili.
Durante la sua Assemblea Generale e la celebrazione annuale Giornata Proprietà internazionale sui 29/30 gennaio ad Atene, in Grecia, i delegati delle organizzazioni Proprietari – membri dell’Unione internazionale dei proprietari di immobili (UIPI) che rappresentano i punti di vista e gli interessi della proprietà e i proprietari di casa in 28 paesi europei, presieduta dal loro presidente, il sig Stratos Paradias (Grecia), ha adottato all’unanimità il seguente

Dichiarazione:

Politicamente: E ‘dovere di ogni cittadino di contribuire equamente alle loro tesorerie nazionali in conformità con la ragionevole distribuzione delle passività fiscali.

Fiscalmente: Purtroppo, la proprietà immobiliare è sempre stato considerato dai governi e dalle autorità fiscali come un obiettivo fiscale semplice e sicura; un “bersaglio”. Oggi ogni governo deve rendersi conto questo è insostenibile. In un momento di crisi economica, la proprietà di beni immobili non produce alcun plusvalore. Infatti in molti paesi, il reddito generato dalla proprietà è stato drasticamente ridotto, se non del tutto estinta.
In compagnia: I proprietari non devono essere vittime di tassazione eccessiva sul loro patrimonio immobiliare. La tassazione dovrebbe essere correlato al reddito generato dalla proprietà dei beni, e non alla mera proprietà del bene.
Finanziariamente: la tassazione eccessiva e irragionevole investitori immobiliari, proprietari di edifici e di sviluppo immobiliare porta inevitabilmente ad un calo nella costruzione di nuova proprietà e una riduzione dell’attività economica relative agli immobili. squilibri nazionali e l’occupazione sono deteriorati perché quando gli investimenti privati ​​sono scoraggiati, questo riduce l’offerta di abitazioni in affitto e genera necessità di investimenti pubblici in alloggi sociali. Alta tassazione assorbe i mezzi per investire in ristrutturazione o ristrutturazione che sono necessari per raggiungere gli obiettivi di riduzione dei gas a effetto serra e di efficienza energetica. Tutto questo è il modo più sicuro di spingere già fragili economie più nella recessione.

La proprietà è un diritto umano: Imponente multiple e progressive imposte sulla stessa attività immobiliare penalizza eccessivamente i proprietari di immobili e conduce alla proprietà di essere confiscati. Se tale tassazione rende proprietà insostenibile, questa è una forte violazione del diritto nazionale e internazionale riconosciuto di possedere proprietà che deve essere rispettato in ogni paese come un diritto umano fondamentale.

In Grecia: le autorità greche hanno già imposto estremamente elevata tassazione annuale (ENFIA) su un solo, di proprietà immobiliare urbana privato. I piani vengono presi in considerazione per la tassazione annuale ancora più elevato per coloro che già pagano di più e per una maggiore imposizione fiscale per le donazioni della famiglia i beni immobili, successioni e trasferimenti, così come scale fiscali più elevati per ciò che resta del loro reddito da locazione. Inoltre, sotto il sistema di sicurezza sociale previsto proprietari riceveranno pensioni inferiori a causa di criteri generali di reddito, pur avendo a pagare i contributi sociali più elevati. Il UIPI afferma inequivocabilmente che questa proposta di legge è una chiara violazione dei diritti umani. Sarà distruggere la proprietà privata e il mercato immobiliare, così facendo danneggiando gravemente l’economia e rovinare la vita …

 

Redazione Newsfood.com
Contatti

Leggi Anche
Scrivi un commento