FREE REAL TIME DAILY NEWS

Uguaglianza e parità delle donne e degli uomini nella vita calabra

By Redazione

Calabria, 11 Dicembre 2007 – E’ stata sottoscritta questa mattina dalla nostra Regione la «Carta europea per l’uguaglianza e le parità delle donne e degli uomini nella vita
locale», con l’obiettivo di cancellare le discriminazioni palesi e occulte per creare una società riconciliata, un documento al quale, in Italia, finora, hanno aderito solo le
Regioni Umbria, Toscana, Lazio, Marche Piemonte e Veneto e che si propone in maniera concreta di inserire «l’ottica di genere» in tutti gli ambiti di intervento politico, attraverso
la sinergia di più fonti di finanziamento e l’inizio di un percorso finalizzato alla realizzazione di una programmazione per le politiche di genere basata sui principi del coordinamento,
dell’integrazione e dell’approccio partecipativo. Perché, come ha spiegato bene Maria Teresa Coppo Gavazza, vice presidente dell’Associazione italiana per il consiglio dei Comuni e delle
Regioni d’Europa (Aiccre), «la nostra società è cambiata e non si tratta più di favorire le donne in senso stretto ma di avvicinare i due mondi, quello maschile e
quello femminile, a collaborare nel dare un sostegno condiviso alla famiglia».

«In che modo? Con la flessibilità degli orari di lavoro innanzitutto e più in generale modificando il sistema di organizzazione lavorativo. Questo – ha ribadito Coppo
Gavazzi – per andare incontro alle nuove esigenze della famiglia e non solo delle donne». Oltre alla vice presidente dell’Aiccre erano presenti l’assessore alle politiche nazionali e
comunitarie Mario Maiolo, il responsabile dell’Unità operativa per affari della presidenza Vincenzo Falcone, il vice capo di gabinetto Roberta Porcelli, la Consigliera regionale di
Parità Stella Ciarletta e la Supplente Tommasina Lucchetti. «Un altro obiettivo che si prefigge la Carta europea – ha spiegato la consigliera di Parità Stella Ciarletta –
è quello di combattere lo stereotipo di donna oggetto del desiderio, un concetto che induce spesso ad agire con violenza verso le donne, soprattutto in famiglia. Dunque la sottoscrizione
di questo documento significa una presa d’impegni da parte degli Enti a non favorire la proliferazione, negli spazi pubblici, di cartellonistica e pubblicità che relega la donna a questo
ruolo». «Il percorso che prende avvio oggi con la presentazione di questa Carta – ha spiegato l’assessore Maiolo – è frutto di un lavoro condiviso e avrà come momento
conclusivo la formulazione di una proposta di «Legge regionale per le politiche di genere. Un piccolo passo in avanti che però porta la Calabria a essere tra le regioni italiane
più avanzate in questa materia». «Un documento – ha replicato Falcone – al quale il presidente Loiero annette grande importanza e che non si esaurisce con questa firma
d’intesa ma che andrà valorizzato attraverso atti concreti, pena l’applicazione di sanzioni da parte dell’unione Europea».

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: