UE, Salame Felino conquista Indicazione geografica protetta per l’Italia

UE, Salame Felino conquista Indicazione geografica protetta per l’Italia

Una vittoria per i cittadini di Parma, ma per tutti i golosi d’Italia.

Il Salame Felino diventa Indicazione geografica protetta: a sancirlo, la Commissione Europea che lo ha iscritto nel registro che protegge le eccellenze agroalimentari europee, DOP ed IGP che
sia.

Il Salame Felino è uno dei prodotti tipici del territorio di Parma, che prende il nome da uno dei Comuni della provincia. La sua antica origine è attestata da una scultura del
Battistero di Parma (1196-1037): nella lastra dedicata al segno dell’Acquario, compaiono due salami che, per forma e dimensioni, sono fratelli maggiori del Felino moderno.

Il Salame Felino IGP spicca subito per la sua compattezza e consistenza, inusuali nei salami, e per il colore rosso rubino, abbinato ad un gusto dolce e delicato. I suoi pregi derivano anche
dall’utilizzo di un budello naturale, mai sintetico. Ancora, particolare importante per chi soffre d’intolleranze alimentari: il Salame Felino presenta un pH moderatamente alto con conseguente
esaltazione delle qualità organolettiche del prodotto

Matteo Clerici

Leggi Anche
Scrivi un commento